Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | January 25, 2022

Scroll to top

Top

No Comments

夢遊病者 (Sleepwalker) ‘一期一会’

夢遊病者 (Sleepwalker) ‘一期一会’
Salad Days

Review Overview

8
8
8

Rating

夢遊病者 (Sleepwalker)
‘一期一会’-CD
(Sentient Ruin)
8/10


Immaginate Zeni Geva che incontra i Voivod che incontra i King Crimson che incontra i Darkthrone; questo non basterebbe a spiegare, né descrivere in maniera esaustiva la scelta stilistica degli Sleepwalker ( 夢遊病者 ). Digressioni rabbiose che sfuggono a momenti di assoluta melodia, interrotta da pure dissonanze noise. Esce il secondo album di una band che diventa un’enigma non solo per l’incomprensibilità della loro provenienza, l’utilizzo degli idiomi, le liriche catastrofiche e prima di tutto la musica: kraut-rock, free-jazz, noise, black metal. ‘一期一会’ (Ichi-go ichi-e), ossia il titolo del disco che letteralmente vuol dire “for this time only, never again”, è un prisma del mondo moderno che raccoglie tutte le facce marce, paranoiche e dissociate in cui siamo immersi. Un disco dai picchi isterici, puntuali ad interrompere ogni melodia costruita. Un disco elaborato, a volte anche troppo, che sembra voler raccontare una storia a metà tra nevrosi e lucidità. Suoni, composizione e liriche sono la perfetta colonna sonora di danze nelle catacombe. Gli Sleepwalker creano un album che torna a sottolineare la loro identità, con un perfetto baricentro: la distruzione assoluta della convenzione.
(Valentina Vagnoni)

Submit a Comment