Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | November 27, 2020

Scroll to top

Top

No Comments

Powder For Pigeons ‘Powder For Pigeons’-

Powder For Pigeons ‘Powder For Pigeons’-
Salad Days

Review Overview

7
7
7

Rating

POWDER FOR PIGEONS
‘Powder For Pigeons’-CD
(Autoprodotto)
7/10


Due australiani (Perth) trasferiti in Germania che suonano stoner-grunge e no, non è una barzelletta! I simpatici Rhys Jones (voce & chitarra) e Meike Hindemith (batteria) ci propongono con il bizzarro moniker di Powder For Pigeons il secondo disco autointitolato (nel senso che è il secondo disco pubblicato ed è il secondo autointitolato giusto per sparigliare un po’ le carte!), un menù a base di stoner alla Queens Of The Stone Age, grunge fangoso e alternative rock anni’90. Il risultato è tutt’altro che malvagio, sia nei momenti in cui il duo spinge il pedale dell’acceleratore (l’iniziale ‘Drive’) sia quando i ritmi si fanno più cadenzati e polverosi evocando le atmosfere bucoliche dell’Outback dal quale i nostri provengono (‘Wasted Love’). Lo spettro di Josh Homme viene evocato spesso e volentieri ma brani viziosi come ‘Tangled Web’ o convulsi e taglienti come ‘Egg Of Fate’ non si scrivono per caso o copiando banalmente l’operato dei propri idoli. La registrazione in presa diretta aiuta nel rendere il tutto più ruvido e “in your face” sottolineando la foga della band nell’approccio alla materia stoner. In un ambito sonoro nel quale è dannatamente difficile risultare originali, è essenziale quanto meno suonare freschi e sinceri e nel loro piccolo Rhys e Meike riescono ad arrivare dritti al cuore dell’ascoltatore.
(Davide Perletti)

Submit a Comment