Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | September 19, 2021

Scroll to top

Top

No Comments

Abysmal Dawn ‘Xan Unending Pathway’

Abysmal Dawn ‘Xan Unending Pathway’
Salad Days

Review Overview

7.5
7.5
7.5

Rating

ABYSMAL DAWN
‘Xan Unending Pathway’-LP/CD
(Relapse)
7.5/10


Un assalto all’arma bianca. Un massacro senza possibilità di uscita. Un’orgia di sangue e dolore. Il nuovo disco degli Abysmal Dawn è tutto questo. I nostri pescano dalla scuola di gruppi come Vomitory, Dissection, primi Morbid Angel, Cannibal Corpse e tutti quegli eroi del death metal più brutale e senza compromessi. In questo disco una produzione decisamente moderna si sposa alla perfezione con suoni vecchia scuola purulenti ed infetti. I brani sono delle coltellate veloci e imprevedibili, in grado di lasciarvi dissanguati. Il suono delle chitarre è una motosega che dopo avervi squartato le carni provvederà a spezzarvi le ossa senza alcuna pietà. La voce è un urlo gutturale e profondo, brutale e grondante sangue e frattaglie umane. L’ideale per polverizzare i vostri padiglioni auricolari. La sezione ritmica è mortale: batteria suonata in maniera terrificante, blast beat assassini e cambi di tempo che vi faranno rotolare la testa per terra. Il basso è un mostro pulsante e assetato delle vostre carni. Stacchi, improvvise ripartite, ritmiche serratissime non vi daranno tregua. C’è un senso di malessere omicida in questo disco, l’impressione che tutto sia stato studiato e calibrato per infliggere il maggior danno possibile nell’ascoltatore. Anche quando i nostri si lasciano andare in passaggi più melodici e lenti, dove lunghi assoli la fanno da padrone, è la violenza a predominare. In alcuni frangenti l’uso delle doppie voci rende il tutto ancora più agghiacciante e sanguinario, aggiungendo morte e disperazione ad un’atmosfera già carica di oscurità. Chiude il tutto una degna cover dei Dissection, indimenticabili Dissection. Concludendo, non è certo un gruppo innovatore, ma se volete saggiare lo status del death metal nel 2014, cominciate da questo disco.
(Marco Pasini)

PromoImage-3

PromoImage-4

Submit a Comment