Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | November 30, 2022

Scroll to top

Top

No Comments

Art of The Misfits and Wild Ones – Skateboard Stickers Exhibition

Art of The Misfits and Wild Ones – Skateboard Stickers Exhibition
Salad Days

Mai nella storia della società moderna l’arte ha avuto un ruolo così importante per una sottocultura come nello skateboarding.

Googla “skateboard art” e preparati a scrollare verso il basso all’infinito col dito, perchè i loghi e le illustrazioni che troverai saranno letteralmente a migliaia. Che sia sulle tavole, sul grip tape, sulle ruote, le patch o gli adesivi, la cultura dello skate è storicamente e profondamente intrecciata con l’arte.
Fin dagli anni‘80 lo skateboarding è stato un terreno fertile per molti degli aspetti che sono oggi diventati una parte influente dell’arte contemporanea. Coop (Chris Cooper) e le sue donne diavolo con i seni enormi non sarebbero esistite se non fosse stato per l’influenza di Jim Phillips e delle sue screaming hands. Nomi di livello internazionale come Shepard Fairey e Barry McGee devono lo sviluppo del proprio stile all’impatto della cultura skate nella loro formazione iniziale. La street art, in generale, è stata così profondamente intrecciata a questa cultura che, in retrospettiva è davvero difficile capire dove finisca una e dove inizi l’altra. Lo skateboarding è sempre stato un oasi per i disadattati e i selvaggi che non si trovavano a proprio agio nelle piccole scatole imposte dalla società, in nessun altro caso come nella cultura degli adesivi dello skate questo risulta più ovvio.
La sticker art diventò presto l’esternazione di una intera sottocultura. Permetteva di rappresentare i marchi più amati, gli skaters più ammirati e quello che sentivi nel cuore. Gli adesivi erano un modo per provocare, scioccare e ribellarsi. Un dito medio figurato, a volte letterale, verso il resto di quella società che non capiva la travolgente passione di andare in giro su una tavola di legno a quattro ruote.
Gli adesivi dello skate erano diventati come piccole gallerie per gli artisti che non erano desiderati dalle gallerie reali. Non c’erano soldi, ma c’era la gloria. Mark Gonzales, Ed Templeton, Andy Howell, Pushead, Lance Mountain, Don Pendleton insieme ad altri hanno spostato le loro opere in gallerie e istituzioni, ma tutti hanno iniziato a mostrare la propria arte sulle tavole da skate e sui piccoli ritagli di vinile con il retro appiccicoso.
‘Art of The Misfits and Wild Ones’ è la mostra che raccoglie gli adesivi più iconici della storia dello skateboard e copre un arco di tempo di circa trent’anni. Un omaggio alle migliaia di eroi sconosciuti e artisti sottovalutati che hanno aiutato a costruire una cultura e che oggi influenzano un’intera epoca dell’arte.

DETTAGLI DELLA MOSTRA
L’esposizione si metterà in mostra e si svolgerà nella mini gallery del bastard store di via Scipio Slataper 19 a Milano, dal 18 al 30 giugno 2018.
• Lunedí 18 Giugno, ore 18:30 — Inaugurazione, stickers market con giveaways, skate session nella bastard bowl e bar nel giardino per il via della Red Bull Skate Week
• Martedì 19 giugno è in programma un workshop gratuito di serigrafia aperto a tutti ma con 12 posti limitati
• La mostra rimarrà installata fino a sabato 30 giugno con i seguenti orari di apertura per i visitatori: Mattina dalle 10:30 alle 13:00 / Pomeriggio dalle 15:30 alle 20:00

ALCUNI ADESIVI FATTI
• Gli adesivi sono stati considerati un’esigenza primaria dei dipartimenti di marketing nel business dello skateboard dagli anni’70.
• La collezione di Alejandro Melo abbraccia tre decenni e presenta oltre 2000 adesivi originali e accuratamente selezionati, diventando il primo Archivio di Skateboard Stickers.
• L’esposizione porterà i visitatori in un viaggio storico attraverso le radici e l’evoluzione dell’arte dello skateboard, mettendo in mostra un repertorio di grafiche e illustrazioni dalle più influenti aziende e artisti del settore.
• Un’opportunità unica di ispirazione per grafici, illustratori e specialisti del branding e della comunicazione.

A RIGUARDO DELL’ARCHIVIO
Lo Skateboard Stickers Archive è la collezione privata di Alejandro Melo: designer, creativo e professionista del marketing che genuinamente si è avvicinato allo skateboarding nei primi anni’90. È cresciuto tra la Colombia e l’Italia e onestamente non aveva mai pensato di mettersi a collezionare adesivi. La sua forte passione per lo skateboard e la cultura che ne è alla base, lo hanno aiutato a navigare le ondate di tendenze alternative emerse proprio in quel decennio. Oggi vive e lavora in Europa. Dopo essersi reso conto di aver messo da parte una discreta quantità di adesivi rari, fuori stampa e ancora da incollare, ha iniziato a collezionarli, cercando di organizzarli in sacchetti ziploc. Così ha finito per strutturare un sistema di archiviazione di oltre 2000 pezzi: only killers, no fillers.

A RIGUARDO DEL BASTARD STORE
Quartier generale del marchio italiano ‘bastard’ nato nel 1994, fondato e gestito da tre generazioni di skaters. Situato in via Slataper 19 a Milano, il bastard store è il fulcro di tutto quello che rappresentano il mondo e la storia di bastard e ospita una delle più iconiche skate bowl indoor al mondo. Nato dalla riconversione di un vecchio cinema degli anni ‘40, con un progetto degli architetti milanesi di studiometrico, è di recente diventato il punto di riferimento per eventi, video premiere e mostre della scena internazionale dello skate. E’ stato premiato “ArchDaily Building of the Year 2009″ per la categoria interni ed è parte del progetto “Architettura del Moderno” curato da La Triennale di Milano ⟶ store.bastard.it

Informazioni per il pubblico
bastard store store@bastard.it / +39 02 40708233

.

Submit a Comment