Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | April 19, 2021

Scroll to top

Top

No Comments

ASPHYX ‘NECROCEROS’

ASPHYX ‘NECROCEROS’
Salad Days

Review Overview

8
8
8

Rating

ASPHYX
‘Necroceros’-LP
(Century Media)
8/10


E’ ormai dal 2009 che gli olandesi Asphyx sono di nuovo in pista, capitanati dal growler Martin Van Drunen, che presto’ voce e basso a quei due capolavori di inizio anni’90 che prendono il nome di ‘The Rack’ e ‘Last One On Earth’. Poi continui cambi di formazione, l’incisione d un album velocissimo come ‘God Cries’ ed infine l’oblio. Oblio durato dal 2000 (anno dell’ultimo ‘On The Wings Of Inferno’)e terminato nel 2009 con il ritorno in grande stile, ovvero ‘Death… the Brutal Way’. Dopodichè altri due album (entrambi, come il comeback, molto apprezzati dal sottoscritto), per giungere all’ultima fatica in esame, ovvero questo ‘Necrocerors’. Composto nel periodo della pandemia che tutt’ora sta imperversando nel mondo, quest’album presenta tutti i tratti caratteristici dell’Asphyx sound: velocita’, stacchi doom, una voce sofferente, dei riff accattivanti, un drumming possente. A tutto cio’ si unisce una certa epicita’, che porta i nostri ad aver creato un album davvero interessante, che cresce costantemente ad ogni ascolto. L’approccio usato è magari meno marcio dei precedenti, forte di una produzione un po’ piu’ laccata, ma il risultato è ottimo. La componente doom e’ ben radicata, mentre gli episodi piu’ veloci sono magari piu’ sacrificati, ma l’amosfera malsana e’ presente in tutta la sua nera luce. A differenza di altre band loro contemporanee, gli Asphyx stanno continuado a sfornare lavori di qualita’, continuando semplicemente a fare cio’ che sanno fare meglio…
(Marco Pasini)

Submit a Comment