Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | February 7, 2023

Scroll to top

Top

No Comments

Austra ‘Future Politics’

Austra ‘Future Politics’
Salad Days

Review Overview

7.5
7.5
7.5

Rating

AUSTRA
‘Future Politics’-CD
(Domino)
7.5/10


I nomi piccoli tendono ad essere memorizzati con più facilità. In questo caso per gli Austra la cosa è ancora più completa, perché ad imprimersi nel nostro cervello, con fermezza, si aggiungono voce e musica melodiosa. Il progetto, che gira attorno alla figura di Katie Stelmanis, apre nuove strade rispetto al passato, a partire dai concetti che, da personali, intraprendono percorsi più liberi, altruisti, con alla base una consapevolezza politica che brucia e che vuole librarsi con urgenza, a nuova sintesi quotidiana. La musica, dopo l’iniziale ‘We Were Alive’, orchestrale e decisamente stilosa con una voce che si insinua a poco a poco, comincia a manifestarsi con tutta una base di glam/beat e un basso puntiglioso e pump. Alcune nenie cominciano a ronzarti nel cervello, arrangiamenti da club sortiscono un tipo di segnale adolescenziale, una frenesia spontanea: sia ‘Fututre Politics’, sia ‘Utopia’ che ‘Freepower’ si muovono in questo contesto. Ad incasinare e farci intossicare arrivano ‘I Love You More Than You Love Yoursef’ e ‘Beyond A Mortal’, tappeti sonori obliqui criptci, dove la lezione di gente, come Four TeT, resta evidente a piene mani. Undici le tracks che si lasciano incalzare, pur cambiando spesso e volentieri registro e suoni, la Stelmanis sembra sommare le sue varie esplorazioni da Londra a Città del Messico e il suo Canada, facendone un unico territorio e un’unica fonte che consolida le sue esperienze. Affascinante.
(Giuseppe Picciotto)

Submit a Comment