Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | October 7, 2022

Scroll to top

Top

No Comments

AYS ‘Suburban Haze’

AYS ‘Suburban Haze’
Salad Days

Review Overview

7
7
7

Rating

AYS
‘Suburban Haze’-EP
(Let It Burn/ Acuity.Music)
7/10


Davvero un rullo compressore, l’hardcore-metal massiccio e livido dei tedeschi AYS, i quali dopo due dischi circolati nell’underground (‘Wreck My Soul’ del 2008 e ‘Eroded By The Breeze’ del 2010) escono adesso su Let It Burn Records con un mini cinque-pezzi dai tratti aggressivi e violenti. ‘Suburban Haze’ parte con i tamburi rituali della title-track, per proseguire con i tempi sostenuti di ‘Ambitions’, forte di un rifferama acuminato molto vicino a quello della classica scena N.Y.-core, e quindi anche ad istanze thrash. ‘Bad Charm’ spinge sull’acceleratore con tempi very fast, tipo Motorhead, per trasformarsi da metà pezzo in poi in un cadenzato quasi doomy, mentre ‘Orphans’ è dinamite pura su ritmiche non lineari ma comunque rallentate. Chiude ‘Blind Faith’, in cui tornano le analogie col thrash-metal e un andamento da carro armato. Ora, non c’è niente che queste cinque schegge (in poco più di dieci minuti) possano aggiungere ad un genere rigoroso e stabile come il metal-core old-school. Gli AYS sono solo un ennesimo esempio di salda determinazione, di incrollabile attitudine e di imbattibile dedizione alla causa. Vi pare poco?
(Flavio Ignelzi)

Submit a Comment