Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | September 16, 2019

Scroll to top

Top

No Comments

Be The Man ‘Rotaia’

Be The Man  ‘Rotaia’
Salad Days

Review Overview

5
5
5

Rating

BE THE MAN
‘Rotaia’-Ep
(Autoproduzione)
5/10

Direttamente dalla provincia di Bari eccovi i Be The Man. La band, nata nel 2012, pubblica il suo primo Ep intitolato ‘Week’ nell’Aprile del 2013. Post rock misto a tonalità ‘emozionali’, suoni e scie di piatti caotici e testi in italiano. Il 14 Gennaio di questo nuovo anno la band ha pubblicato un nuovo Ep, intitolato ‘Rotaia’. Andando con ordine, il primo brano intitolato ‘Rotaia’ apre le danze con un immotivato ed esagerato screem che precede non una parte caotica e trascinante ma piuttosto una sorta di canzonetta ritmata rock che lascia molto spiazzati, molto strana come scelta per un brano d’apertura di un Ep. Gli altri tre brani, ‘Lunedì’, ‘Nebbia’ e ‘Torino’ sono molto simili tra loro e durante il loro percorso rimandano facilmente a tutta questa nuova ondata di band che suona tutta allo stesso modo a partire dagli ormai stra-famosi ‘Gazebo Penguins’. E’ molto difficile trovare delle differenze ascoltando questa tipologia di gruppi, i testi urlati in modo quasi disperato sembrano cantati tutti dallo stesso cantante, stessa andatura, stessa cadenza, controcanto straziato in tono o più alto o più basso. E’ raro avvertire delle distorsioni nelle chitarre ma piuttosto sono i soliti reverberi e delay a creare pienezza nei brani, anche perché le linee di basso non incidono così tanto anzi spariscono ogni volta che arrivano dei rallentamenti dando spazio a marcette di batteria o scambi sincopati tra rullante e charleston che non aiutano ad arrivare a fine pezzo, ma anzi ti fanno venir voglia di passare subito al prossimo … il prossimo però è uguale a quello prima! Non un gran prodotto, molto ripetitivo, in un quadro di band che purtroppo ormai stanno suonando tutte uguali in questa nuova fase musicale italiana.
(Turi Messineo)

Submit a Comment