Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | December 7, 2021

Scroll to top

Top

No Comments

Beaten To Death ‘Dodsfest’

Beaten To Death ‘Dodsfest’
Salad Days

Review Overview

6.5
6.5
6.5

Rating

BEATEN TO DEATH
‘Dodsfest’-CD
(Mas Kina)
6.5/10


Se dovessimo focalizzare il concetto sugli Tsjuder, una delle massime espressioni del blackthrash contemporaneo, troveremmo probabilmente qualcosa da ridire sui Beaten To Death armata che sfrutta la scia black metal, per inserire strutture tipicamente riconducibili al post core. Eppure, guardando al risultato, dovremmo parlare di grindcore, se è vero che ‘Krepsekamp’, altri non è che una rilettura, in chiave assolutamente delirante, dei Total Fucking Destruction e dei Nasum. Con un growl francamente più black. Ebbene, i Beaten To Death dalla Norvegia, giunti oggi al secondo album, si ritagliano uno spazio letteralmente di nicchia, ma nel loro sono veramente bravi. Grezzi quanto basta, ironici e capaci di sfondare verso i territori noise: provate ad ascoltare ‘True Norvegian Internet Metal Warrior’, per arrivare al punto. Loro sono totalmente indipendenti, e questo permette loro di fare ciò che vogliono. Niente di trascendentale, ma decisamente interessanti.
(Mario Ruggeri)

Submit a Comment