Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | September 27, 2022

Scroll to top

Top

No Comments

BITTER BRANCHES ‘YOUR NEIGHBORS ARE FAILURES’

BITTER BRANCHES ‘YOUR NEIGHBORS ARE FAILURES’
Salad Days

Review Overview

8
8
8

Rating

BITTER BRANCHES
‘Your Neighbors Are Failures’-CD
(Equal Vision)
8/10


“Sorry You Are Not A Winner” era la frase che risaltava, di sfondo alla mano del tipo morto, nella locandina del film sui Deadguy, ‘Killing Music’. ‘Sorry You Are Not A Winner’ è una delle undici canzoni che compongono l’atteso lavoro del nuovo (super) gruppo di Tim Singer (la voce di QUEL gruppo). Il cerchio si chiude. Per chi non fosse convinto dell’importanza in ambito musica estrema dei Deadguy (e dei Rorschach prima, piuttosto che dei Kiss It Goodbye dopo), vi rimando a Decibel, ed alla loro preziosissima Hall of Fame: ‘Fixation On A Coworker’ è in quella lista, da tempo. Per chi non fosse convinto della pettinata che i Bitter Branches ci danno in termini di “suono”, sappiate che li ho sentiti dopo lo split ‘Antigama/Total Fucking Destruction’: lo avevo lì come riferimento “anti fighetti”, Raphael Saini docet. La cartella in faccia è molto simile! Non capisco come mai, ma nel comunicato stampa della Equal Vision ho letto la parola “EMO”, e mi sono preoccupato. Anzi, mi sono un po’ stupito, visto che stiamo parlando di Equal Vision, di markettari ammericani, gente che dovrebbe sapere il suo. Chissà, magari hanno preso qualche nostro conterraneo per rinfrescare l’ambiente? Comunque: associo “EMO” ai My Chemical Romance. Qui siamo lontani, far away da quelle atmosfere, da quel modo. Boh? Un aggettivo per vendere qualche copia in più? La Equal Vision che fa come la Victory? Se fossi Steve Reddy mi farei un paio di domande. Se fossi Steve Reddy ancorerei i Bitter Branches alla loro dimensione post hardcore, o al limite mi giocherei la carta “grind evoluto”. Ma cazzo, togliete da quel comunicato la parola “EMO”! Anche perché se ci fosse qualche dubbio riguardo all’attitudine di ‘sta gente, sappiate che ‘Sorry You Are Not A Winner’ è anche una canzone degli Enter Shikari. Fate il solito “fact checking”, quello che spesso consiglio ai San Tommaso di turno. Sentitele una dopo all’altra… l’altra dopo la prima. E’ un confronto impietoso che mi fa venire in mente una delle frasi di ‘Killing Music’. Qualcosa che diceva tipo: “non ci andavano in tanti a vedere i Deadguy: la gente AVEVA PAURA dei loro concerti”. La Rollins Band. La Rollins Band come suonerebbe oggi: zio Henry che prende il mathcore, e (LO) SPACCA.
P.S.
E non ho parlato di Dan Yemin al basso!
(franz1972)

daaqoxfvgrxghpwizxwqm81tns49unlmgfv4c5k8f_ren3i9oudb9czffvofqplzeolfcq6lkgy7eq5foexugxd-utztfzyyeccnzhuhunqyzt0pwsqq-qlmxl9pxboulmdaxntsiiclslu69wgateuckvcu0ws0-d-e1-ft

​​Photo credit: Tami Seymour

Submit a Comment