Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | October 26, 2020

Scroll to top

Top

No Comments

Black Sabbath ‘Paranoid’ (50th Anniversary Super Deluxe Box Set)

Black Sabbath ‘Paranoid’ (50th Anniversary Super Deluxe Box Set)
Salad Days

Review Overview

10
10
10

Rating

BLACK SABBATH
‘Paranoid (50th Anniversary Super Deluxe Box Set)’-BOXSET
(BMG)
10/10


50 anni e non sentirli. 50 anni dalla pubblicazione di album stratosferico e fondamentale per capire la nascita e l’evoluzione di un suono che ha forgiato il metal e in particolar modo il doom. A neanche un anno dal debutto (nel 1970), il quartetto di Birmingham torna sulle scene con quello che e’ per me uno dei picchi della loro produzione. Questa versione presenta un succulento box set (5 Lp, oppure 4 Cd o in alternativa doppio Lp, 2 Cd Mediabook o digitale) contente la versione originale dell’album (opportunamente rimasterizzata), la versione Stereo Quad Mix (riversata in formato stereo) e due live di poco precedenti all’uscita di ‘Paranoid’, registrati a Montreux e a Bruxelles, quest’ultimo per una televisione belga. I due live sono stati inclusi per frenare la circolazione di bootleg spesso di qualita’ scadente riguardanti proprio queste due registrazioni. Il box set a 5 lp contiene anche un booklet con foto, interviste ai quattro membri originali e una replica del book del tour del 1970 a supporto di questa perla. Inutile che mi dilunghi sulla qualita’ di questo album, si sono spese fiumi di parole e ogni singolo brano, riff, nota cantata, parte di basso e batteria e’ stata lungamente discussa. Dico solo che ci troviamo di fronte ad un album immortale, come pochi altri. La versione Stereo Quad Mix non aggiunge quasi nulla, forse cio’ che la caratterizza e’ un suono un po’ piu’ cupo, ma godibilissimo. I due live sono due documenti molto importanti per cercare di capire che tipo di atmosfera si respirasse ai loro concerti ad inizio carriera. Crudi, diretti e senza fronzoli. Non aggiungo altro se non il suo obbligatorio…
(Marco Pasini)

0

Submit a Comment