Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | August 4, 2020

Scroll to top

Top

No Comments

Boris ‘LφVE & EVφL’

Boris ‘LφVE & EVφL’
Salad Days

Review Overview

9.5/10
9.5
9.5

Rating

BORIS
‘LφVE & EVφL’-LP
(Third Man)
9.5/10


I Boris non bisogna spiarli dal buco della serratura è bello esplorarli all’interno della loro corteccia cerebrale/musicale. In un quarto di secolo hanno sfornato più di venti album in studio trafiggendo, in sequenza random, stili musicali senza soluzione di continuità dal grunge all’ambient music, dall’experimental rock allo shoegaze, dall’acid rock allo stoner doom e al crust punk e poi drone metal, psychedelic noise, hardcore, post rock, avantgarde metal, dream pop e industrial music ed ancora ed ancora. Clamorosi sotto certi aspetti hanno sicuramente toccato vette imprescindibili con album come ‘Flood’, ‘Pink’, ‘Praparat’, insomma, vale la pena rischiare un ascolto all’uscita di ogni loro nuova fatica discografica! ‘Lϕve & Evϕl’ è il nuovo album dei Boris con data fissata in uscita per il 4 ottobre per Third Man, ed è un fottuto capolavoro, un intreccio corrosivo ed erosivo di stili dove niente è scontato, dove l’orizzonte disegna una nuova linea inavvicinabile, dove la musica si copre fragorosa di un nuovo paesaggio sonoro. ‘Lϕve & Evϕl’ è un involontario sentimento che urta i tuoi sensi, dal tatto all’udito, e molto spesso ti investe risultando sgradevole al palato ma saporito all’anima che gode vacillando sotto le monolitiche staffilate bordate noise/shoegaze di ‘Lϕve & Evϕl’. Sotto certi aspetti i Boris sono una certezza, un’indomabile cattiva frequentazione di cui non puoi farne a meno, che riduce a meno che zero i confini tra la vita e la morte e l’amaro sollazzo di un breve lampo che trafigge e stravolge e allo stesso tempo appassisce.
(Giuseppe Picciotto)

349173

Submit a Comment