Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | June 26, 2022

Scroll to top

Top

No Comments

Call Of The Void ‘Ageless’

Call Of The Void ‘Ageless’
Salad Days

Review Overview

8
8
8

Rating

CALL OF THE VOID
‘Ageless’-LP/CD/Digital
(Relapse)
8/10


Davvero una piacevole sorpresa questi Call Of The Void. Hardcore cupo ed oscuro, che presenta improvvise e violente parti grind, inframmezzate da momenti rallentati in puro stile sludge. Mi verrebbero in mente gruppi come Tragedy, All Pigs Must Die, Converge (del primissimo periodo) e tutta quella scena estrema che, partita dall’hardcore, ha poi nutrito e cresciuto un mostro in grado di produre un suono multiforme ma ben radicato nei canoni dell’estremo. I nostri quattro ragazzotti americani suonano davvero molto bene e con piglio dsa veri massacratori. Le chitarre sisultano taglienti come rasoi, la voce è pura rabbia e frustrazione, la sezione rimtica è un macigno. I pezzi sono tutti giocati su violentissimi blast beat, per poi sfociare in tempi dal retro gusto sludge, conservando un suono paludoso e putrido. C’è decisamente del marcio nel suono degli Call Of The Void. E’ un marciume figlio del crust, filtrato con la perizia tecnica del metal a sua volta macchiato dalla ferocia del grindcore. Una vera gioia per le mie orecchie. Quello che mi ha colpito molto è che in alcuni momenti i nostri rallentano a tal punto la corsa, che il tutto assume un tono decisamente progressivo ed epico, conferendo ancor più drammaticità ai pezzi. Eh sì, perchè questo è un suono drammatico, dove la speranza non esiste, sostituita solo ed esclusivamente da uno sguardo cinico e distaccato sulla realtà che ci circonda. Un piccolo grande gruppo da tenere sott’occhio ed un’altra ottima uscita da parte di Relapse Records.
(Marco Pasini)

PromoImage-2

10450149_847772835262194_1238299987733143335_n

Submit a Comment