Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | June 28, 2017

Scroll to top

Top

Gallery

I-Days / Day 2 @ Parco di Monza – Autodromo Nazionale – Recap

June 22, 2017 |

Continua l’avventura degli I-Days con un secondo giorno più rilassato, almeno per quanto riguarda il bill dei gruppi.
Read More

Green Day + Rancid @ I-Days, Parco di Monza – Autodromo Nazionale – Recap Day 1

June 19, 2017 |

Il primo giorno degli I-Days è chiaramente improntato su un mood nostalgico-revival per tutti quelli che tra il 1995 e il 2005 hanno vissuto di pane e punk rock.
Read More

Slayer @ Alcatraz, Milano – recap

June 14, 2017 |

Non contenti di aver visto Araya e soci esattamente sette giorni prima nel gigante contesto del Primavera Festival di Barcellona, ritorniamo a vedere gli Slayer all’immancabile appuntamento italiano.

Lasciando indietro le solite polemiche da social sul fatto che non vadano più visti in questa formazione (d’altronde cosa facciamo, uno lo riesumiamo e l’altro lo portiamo indietro a calci in culo?), lo schieramento è ormai solido e rodato. Si divertono visibilmente, sicuramente presi meglio che nella data di Barcellona, con dei suoni fatti come si deve e uno show che, seppur tralasci tutto il fardello di croci rovesciate in movimento ed ambientazione varia che si erano portati appresso l’ultima volta nella stessa location, rimane diretto e senza fronzoli e lascia spazio ad una scaletta che va a rastrellare per la maggior parte dalla prima decade della loro storia, con grande maggioranza da ‘Seasons In The Abyss’, qualche chicca tipo ‘Chemical Warfare’ ed ovviamente portandosi dietro qualcosa del recente ‘Repentless’ come la ormai classica apertura con ‘Delusions Of Saviour’ messa in base per accompagnare l’entrata della band con l’omonima dell’ultimo disco. Di sicuro meno gente rispetto all’ultima volta che si son presentati all’Alcatraz di Milano, ma la cosa più bella è stata sicuramente il ricambio generazionale che si sta facendo notare, con intere famiglie con figli al seguito che tendono ad abbassare l’etа media, altrimenti irrimediabilmente alta, dei presenti.

slayer-1

slayer-2

slayer-3

slayer-4

slayer-6

slayer-7

slayer-8

slayer-9

slayer-10

slayer-11

slayer-12

(Txt Marco Mantegazza – Pics Arianna Carotta x Salad Days Mag – All Rights Reserved)

Enter Shikari @ Alcatraz, Milano – recap

May 11, 2017 |

Giusto pochi giorni prima dello show all’Alcatraz di Milano un collega inglese mi raccontava di quanto in Inghilterra gli Enter Shikari sian percepiti come mainstream, quasi pop.

Nonostante non metta in dubbio la sua esperienza diretta ero rimasto scettico perchè i miei ricordi di questa band son legati esclusivamente a serate di dubbio gusto nelle quali il DJ metteva ‘Sorry You’re Not A Winner’ per vincere facile con quei tre battiti di mani.

entershikari_03-03-2017-2

Ma questo concerto di Milano invece, in occasione del decennale di ‘Take It To The Skies’, ha dato una visione più matura della band. In tour con i Mallory Knox, è stata inoltre un’occasione per approfondire meglio questa band di supporto, il cui singolo ‘Better Off Without You’ sta girando moltissimo anche sulle radio nazionali.

entershikari_03-03-2017-5

Nonostante qualche normale segnetto di età, gli inglesi Enter Shikari portano a casa un ottimo spettacolo, molto sentito dal pubblico, un Alcatraz non ricolmo ma con i presenti estremamente volenterosi di partecipare, muoversi e cantare con la band.

entershikari_03-03-2017-6

Per concludere e per sentirsi un po’ il peso degli anni addosso, è bene ricordare di nuovo che sono
passati 10 anni dalla prima volta che abbiamo battuto le mani per quelle famose 3 volte.

entershikari_03-03-2017-4

entershikari_03-03-2017-7

entershikari_03-03-2017-8

entershikari_03-03-2017-1

(Txt Marco Mantegazza; Pics Arianna Carotta x Salad Days Mag – All Rights Reserved)

Sean Paul @ Fabrique, Milano – full recap

April 19, 2017 |

L’ultimo mio ricordo di un live di Sean Paul era legato ad una puntata di TRL (quando ancora Mtv si degnava di trasmettere musica)…

…dove il cantante giamaicano non riusciva a finire le strofe delle sue canzoni, ma si meritava un 10 pieno per le interazioni umane con le sue ballerine. Il tutto è rimasto in sordina nella mia mente fino al suo ultimo live in Italia al Fabrique di Milano, dove ho potuto constatare con piacere che poco o niente è cambiato. Nonostante l’innegabile mancanza di arrivo alla fine delle strofe, grande festa sul palco, un sacco di motivazione da e verso il pubblico, mosse pelviche, ma soprattutto non è cambiata la voglia di far festa legata a questo genere musicale: Sean Paul fa più da direttore delle danze che da artista vero e proprio, creando più un evento / serata che un concerto. D’altronde c’era sicuramente un motivo se il gig era da tempo sold out.

seanpaul_fabrique17-04-1

seanpaul_fabrique17-04-4

seanpaul_fabrique17-04-5

seanpaul_fabrique17-04-6

seanpaul_fabrique17-04-8

seanpaul_fabrique17-04-14

seanpaul_fabrique17-04-19

seanpaul_fabrique17-04-21

seanpaul_fabrique17-04-22

(Txt by Marco Mantegazza, Pics by Arianna Carotta x Salad Days Mag – All Rights Reserved)

Jedi Mind Tricks + 7L & Esoteric + DJ Snuff @ O2 Academy Islington London – photorecap

April 14, 2017 |

Jedi Mind Tricks + 7L & Esoteric + DJ Snuff @ O2 Academy Islington London – photorecap

Pictures by Nicola Antonazzo x Salad Days Mag – All Rights Reserved

JEDI MIND TRICKS

jedimindtricks_1

jedimindtricks_2

jedimindtricks_3

jedimindtricks_4

jedimindtricks_5

jedimindtricks_6

jedimindtricks_7

jedimindtricks_8

jedimindtricks_10

jedimindtricks_11

jedimindtricks_12

jedimindtricks_13

jedimindtricks_14

jedimindtricks_15

jedimindtricks_16

jedimindtricks_17

jedimindtricks_9

jedimindtricks_19

jedimindtricks_20

jedimindtricks_21

jedimindtricks_22

Counterfeit @ Alcatraz, Milano – photorecap

April 13, 2017 | 1

Counterfeit @ Alcatraz, Milano – photorecap

Pictures by Arianna Carotta x Salad Days Mag – All Rights Reserved

COUNTERFEIT

counterfeit-2

counterfeit-6

counterfeit-8

counterfeit-9

counterfeit-10

counterfeit-12

counterfeit-14

counterfeit-15

counterfeit-16

counterfeit-17

counterfeit-19

Asking Alexandria + The Word Alive @ Alcatraz, Milano – photorecap

March 23, 2017 |

Asking Alexandria + The Word Alive @ Alcatraz, Milano – photorecap

Pictures by Arianna Carotta x Salad Days Mag – All Rights Reserved

THE WORD ALIVE

TheWordAlive_AskingAlexandria_Music_2017_AriannaCarotta-1

TheWordAlive_AskingAlexandria_Music_2017_AriannaCarotta-2

TheWordAlive_AskingAlexandria_Music_2017_AriannaCarotta-3

TheWordAlive_AskingAlexandria_Music_2017_AriannaCarotta-4

TheWordAlive_AskingAlexandria_Music_2017_AriannaCarotta-5

TheWordAlive_AskingAlexandria_Music_2017_AriannaCarotta-6

ASKING ALEXANDRIA

TheWordAlive_AskingAlexandria_Music_2017_AriannaCarotta-8

TheWordAlive_AskingAlexandria_Music_2017_AriannaCarotta-9

TheWordAlive_AskingAlexandria_Music_2017_AriannaCarotta-10

TheWordAlive_AskingAlexandria_Music_2017_AriannaCarotta-11

TheWordAlive_AskingAlexandria_Music_2017_AriannaCarotta-12

TheWordAlive_AskingAlexandria_Music_2017_AriannaCarotta-13

TheWordAlive_AskingAlexandria_Music_2017_AriannaCarotta-14

TheWordAlive_AskingAlexandria_Music_2017_AriannaCarotta-15

TheWordAlive_AskingAlexandria_Music_2017_AriannaCarotta-16

TheWordAlive_AskingAlexandria_Music_2017_AriannaCarotta-17

TheWordAlive_AskingAlexandria_Music_2017_AriannaCarotta-18

TheWordAlive_AskingAlexandria_Music_2017_AriannaCarotta-19

TheWordAlive_AskingAlexandria_Music_2017_AriannaCarotta-20

TheWordAlive_AskingAlexandria_Music_2017_AriannaCarotta-21

Touchè Amorè + Angel Du$t @ Legend Club, Milano – recap

March 1, 2017 |

Una tripletta di tutto rispetto in questa serata al Legend Club di Milano, che vede aprire gli Swain di fronte ad un buon numero di persone accorse abbastanza presto.

Il loro cambio di nome (ex This Routine Is Hell) ha portato anche un cambio di influenze: se prima l’hardcore punk faceva da padrone ora la parte grunge e shoegaze si fa ampiamente sentire. Interessanti da vedere e da sentire, senz’altro un’ottimo inizio che regge bene il confronto con i successivi gruppi. Gli Angel Du$t (leggesi Angel Dust Money, il simbolo del dollaro è per differenziarlo dal nome del gruppo metal Angel Dust) portano il loro hardcore punk da Baltimora: una band le cui influenze partono dai lontani Bad Brains e Ramones e nella quale militano personaggi già visti in Trapped Under Ice e Turnstile.

TouchèAmorè-1

TouchèAmorè-2

TouchèAmorè-3

TouchèAmorè-4

TouchèAmorè-5

TouchèAmorè-6

TouchèAmorè-7

TouchèAmorè-8

Gli headliner della serata salgono sul palco e regalano alla sala ormai piena di gente un ottimo show: se vi aspettate dei radical chic con la testa tra la poesia e le nuvole vi sbagliate di grosso, i losangelini mettono grande energia e passione nel loro live e il loro lato hardcore punk sovrasta quello melodico / emo, promuovendo, assieme ad una scaletta che spazia tra tutti i loro dischi, il loro ultimo lavoro ‘Stage Four’ del quale vendono un vinile in edizione limitata al banco del merch.

TouchèAmorè-9

TouchèAmorè-10

TouchèAmorè-11

TouchèAmorè-12

TouchèAmorè-13

TouchèAmorè-14

TouchèAmorè-16

TouchèAmorè-17

(Txt by Marco Mantegazza; Pics by Arianna Carotta x Salad Days Mag – All Rights Reserved)

A Day To Remember + Neck Deep + Moose Blood @ Alcatraz, Milano – recap

February 16, 2017 |

A distanza di un po’ di tempo dall’ultimo passaggio, gli A Day To Remember tornano a far visita ai loro fan italiani…

…per promuovere la loro ultimo lavoro ‘Bad Vibrations’. L’Alcatraz di Milano si riempie quasi nella sua interezza in questa serata che vede sul palco, assieme ai cinque di Ocala, FL, Neck Deep e Moose Blood. Sono questi ultimi ad aprire la serata con i loro amplificatori contornati da led rosa, a richiamare il colore del loro ultimo disco ‘Blush’, con il loro atteggiamento schivo e quasi in imbarazzo a portare le loro canzoni che parlano di sentimenti ed intimità di fronte ad un locale cosi grosso. Non convincono molto il pubblico presente che di sicuro non era lì principalmente per loro ed evidentemente era già perso per le sonorità più cattive degli americani, un vero peccato perchè lo show è stato intenso e completo.

ADTR-4

ADTR-6

ADTR-7

ADTR-11

Di tutt’altra pasta è la presenza dei Neck Deep, che una volta preso il palco aprono letteralmente le danze e si vedono dal pubblico i primi stagediving. Performance ottima nonostante qualche inconveniente tecnico e cali di voce, nel complesso molto divertenti e soprattutto maturi: ascoltando i loro dischi si pensa ad un copia-incolla dei fratelloni d’oltreoceano The Story So Far, guardarli live è veramente un’altra cosa, l’energia che mettono questi 5 ragazzi gallesi è incredibile.

ADTR-17

ADTR-18

ADTR-21

ADTR-22

Quando si passa agli headliners il pubblico è ormai caldo, i ragazzi degli A Day To Remember forse un po’ meno: a parte gli ormai preclari ritardi d’attacco voce di Jeremy, i cinque ci mettono un po’ ad entrare in partita e a dare il meglio. Nessuna grossa novità in scaletta rispetto alle altre volte se non alcuni estratti da ‘Bad Vibrations’, dal punto di vista scenico invece un grosso upgrade con dei grossi schermi con visuals preprodotti e real time cams che fungono da scenografia per quello che, assieme a coriandoli, effetti di fumo, lanci di magliette e l’ormai famoso lancio di rotoli di carta igienica, vuole superare la singola esibizione, il singolo concerto e diventare più uno spettacolo da offrire agli ormai affezionatissimi fan.

ADTR-24

ADTR-26

ADTR-30

ADTR-33

ADTR-39

(Txt Marco Mantegazza; Pics Arianna Carotta x Salad Days Mag – All Rights Reserved)

Californication Skate Session Night Vol.2 – photorecap

February 13, 2017 |

A super Skate Session night @ Home Rock Bar.

The session was hot from the first second. They made a “tricks for stuff” and at least Amarildo Ndreu won the prize money as the best skaters of the night. Mini ramp powered by Dickies Italy. In cooperation with Flame Shop Casteo, Marker Shop, Eightball Shop, Blunt Skateshop and Green Records. See you at Home Festival 2017 for more tricks!

Home Rock Bar
Via Fonderia, 73 Treviso
Tel. 0422697086

RIGA0914

RIGA0836

RIGA0911

RIGA0849

RIGA0859

RIGA0867

RIGA0873

RIGA0879

RIGA0886

RIGA0889

RIGA0900

RIGA0905

RIGA0906

RIGA0910

RIGA0930

RIGA0932

RIGA0937

RIGA0942

RIGA0944

(Pics by Rigablood x Salad Days Mag – All Rights Reserved)

Biffy Clyro + Frank Carter & The Rattlesnakes live @ Fabrique, Milano – recap

February 10, 2017 |

Il compito di aprire il questa serata al Fabrique di Milano è affidato al carismatico Frank Carter e ai suoi Rattlesnakes…

…che una volta saputo di esser l’opener di tutto il tour dei Biffy Clyro ha deciso di rilasciare in anticipo l’ultimo album ‘Modern Ruin’. Vedere una band come i Rattlesnakes in un locale così grosso e su un palco di queste dimensioni è strano: solo pochi mesi fa abbiamo visto un sudato Frank Carter cantare in abito floreale di Gucci (letteralmente) in mezzo a poco più di un centinaio di fans durante il loro tour da headliners, ora lo ritroviamo in un locale da migliaia di persone con le quali tenta di tenere la stessa attitudine punk. Stage diving al terzo pezzo, il pubblico presente davanti alle transenne fa il minimo indispensabile per non lasciarlo cadere, Frank decide che forse è meglio portare a termine (egregiamente) il suo show da sopra il palco. Forse i presenti non sapevano di avere di fronte uno dei frontman più irriverenti e carismatici di sempre, che con i suoi Gallows ha scritto una pagina del punk londinese.

BiffyClyro_fabrique-2

BiffyClyro_fabrique-4

BiffyClyro_fabrique-5

BiffyClyro_fabrique-7

Evidentemente la maggior parte della gente era lì per vedere quel gruppo che ultimamente i media nostrani stanno tanto pompando, dal passaggio in radio a qualsiasi ora del giorno ad una vociferata e poi confermata presenza al Festival di Sanremo. Sembra un’azione di marketing, una marchettata, ma sotto un’altra luce è semplicemente dare a quel gruppo la notorietà che merita. I Biffy Clyro hanno dagli inizi mantenuto uno stile che li contraddistingue e li eleva dal calderone dell’alternative rock grazie a tutte le sfumature della loro musica, dalle ballatone al grunge e così via. Una potenza che come abbiamo potuto constatare dal vivo viene elevata grazie a giochi di luci e suoni perfetti, con un Simon Neil rigorosamente senza maglietta che ci fa ascoltare ‘Re-arrange’, quel singolone che tanto tira ora, assieme a tanti altri pezzi che i die-hard fans non possono lasciarsi sfuggire come ‘Black Chandelier’, ‘Biblical’, ‘Many Of Horror’ e tanti altri. Forse ci siamo, forse anche il nostro paese inizia a dare ai Biffy Clyro il riconoscimento che meritano. Perché pur essendo in giro da più di 10 anni non hanno mai trovato da noi quel seguito sfegatato che li ha visti ad esempio protagonisti davanti ad una O2 Arena di Londra completamente sold out, le cose stanno cambiando e questa serata ne è stata la prova.

BiffyClyro_fabrique-10

BiffyClyro_fabrique-13

BiffyClyro_fabrique-23

BiffyClyro_fabrique-29

BiffyClyro_fabrique-34

BiffyClyro_fabrique-35

BiffyClyro_fabrique-36

BiffyClyro_fabrique-39

BiffyClyro_fabrique-41

(Txt Marco Mantegazza; Pics Arianna Carotta x Salad Days Mag)

OvO @ Retronouveau, Messina – photorecap

January 25, 2017 |

OvO @ Retronouveau, Messina – photorecap

Pictures by Giuseppe Picciotto x Salad Days Mag – All Rights Reserved

IMG_7709

IMG_7720

IMG_7722

IMG_7728

IMG_7737

IMG_7747

IMG_7753

IMG_7756

IMG_7763

IMG_7771

IMG_7775

IMG_7778

IMG_7784

IMG_7790