Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | May 22, 2022

Scroll to top

Top

No Comments

Cedar Boulevard ‘Self Titled EP’

Cedar Boulevard ‘Self Titled EP’
Salad Days

Review Overview

7
7
7

Rating

CEDAR BOULEVARD
‘Self Titled EP’-DIGITAL
(Self Released)
7/10


Nella primavera di quest’anno due pischelli australiani decidono che vogliono mettere in piedi una band. Ma non la vogliono fare a casa loro. Partono per gli Stati Uniti e li, una volta arrivati, completano la formazione. Ad agosto entrano in studio in North Carolina ed ora è fuori il loro primo ep, omonimo e autoprodotto, per il momento solo in versione digitale. Si definiscono un incrocio tra Fall Out Boy e Avenged Sevenfold. Se devo essere sincero, dei Fall Out Boy, che siano i primi o gli ultimi, sento ben poco, forse qualche eco in ‘All That I Wished For’. Sicuramente l’influenza di marca A7X, coi dovuti paragoni, è più marcata, vedi l’opener ‘A Raven Like a Writing Desk’. Ottime strutture melodiche e assoli in abbondanza, i quattro se la suonano alla grande, e ci sono ancora margini di miglioramento. Li preferisco quando spingono sull’acceleratore, anche se devo dire che se la cavano pure con i pezzi più ‘pop’ e alla portata di tutti. Non manca nemmeno la ballatona, ‘Fall Apart’, che sa di già sentito ma che non trovo assolutamente fuori luogo. Come primo biglietto da visita non c’è male. Se qualcuno si dovesse accorgere di loro e prenderli sotto la propria ala protettiva, si potrà sicuramente parlare di next big thing. Cambiassero anche il nome, che proprio non mi piace, la tombola è assicurata.
(Francesco Zavattari)

Submit a Comment