Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | December 14, 2019

Scroll to top

Top

No Comments

Cerebral Ballzy ‘Jaded & Faded’

Cerebral Ballzy ‘Jaded & Faded’
Salad Days

Review Overview

6
6
6

Rating

CEREBRAL BALLZY
‘Jaded & Faded’-CD/LP
(Cult Records)
6/10


Piuttosto atteso, ecco il secondo full dei Cerebral Ballzy, che segue il buon successo del debutto nel 2011. Il loro sound skate punk aveva convinto molti, soprattutto i nostalgici degli Adolescents e della scena anni’80 del sud della California, eppure se i CB vengono dalla East Coast e siamo nel 2014 allora forse qualcosa non torna, ma andiamo con ordine. In questo ‘Jaded & Faded’ si possono apprezzare alcune differenze rispetto al primo lavoro, in quanto l’album appare diviso fra due stili: mentre il primo è in continuità con quello già espresso, il secondo è caratterizzato da canzoni più lente, più melodiche, più rock psichedeliche o post punk (ad esempio ‘Fake ID’ o ‘Lonely As America’) in cui la fanno da padrone suoni fuzz vintage e cambi di ritmica. Nel complesso questo appare come un disco di passaggio per la band, che sta cambiando stile, ma che non abbandona ciò che l’ha resa nota; tredici tracce che approfondiscono la ricerca di stili del passato tentando di attualizzarli e renderli freschi. Proprio questo voler essere “cool” cozza inevitabilmente con l’aura punk che la band vorrebbe rimandare a chi guarda o ascolta, perché punk non potrà mai essere la ricerca dello stile e un’aria sbruffona, quanto una violenta e genuina espressione di spirito anarchico adolescenziale. ‘Jaded & Faded’ è molto più musicale del primo album, ha in sé citazioni varie (dai Suicidal Tendencies fino ai Sonic Youth…), scorre bene, è anche divertente, ma pretende troppo. Non si può essere punk e sofisticati, non si può prendere la gloriosa scena hc anni’80 e spararvici sopra pose su pose. Un disco non è solo un qualcosa che suona o non suona bene, è un tassello di una storia, in cui il quando, il dove e il come devono essere in armonia, il resto è commercio.
(Francesco Banci)

Submit a Comment