Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | April 19, 2021

Scroll to top

Top

No Comments

Chthonic ‘Bù Tik’

Chthonic ‘Bù Tik’
Salad Days

Review Overview

6.5
6.5
6.5

Rating

CHTHONIC
‘Bù Tik’-CD
(Spinefarm Records)
6.5/10


La creatura pseudo-demoniaca a nome Chthonic arriva direttamente da Taiwan, dove gode di un notevole successo di pubblico. E non è difficile capire il perché, nonostante sia una band sostanzialmente black-metal. La loro formula melodica e sinfonica, infatti, risulta accattivante fin dal primo ascolto, con l’armamentario di strumentazione folkloristica orientale (come l’erhu, ad esempio) a rendere il tutto ancor più seducente, soprattutto per un ascoltatore occidentale come il sottoscritto. I cinque musicisti di Taipei (che non sono certo dei novellini, questo è il loro settimo studio-album) sanno imbastire con grande mestiere un disco ricco di agganci melodici, feroce il giusto, satanico manco per sbaglio, sempre in bilico sul filo del troppo-commerciale (il video del singolone ‘Defenders Of Bú-Tik Palace’ o quello di ‘Supreme Pain For The Tyrant’ esplicitano la potenza mainstream che intende esercitare la band taiwanese, con spreco di effetti speciali e immagini patinate). Il sottoscritto, che non è un assiduo fruitore della Nera Fiamma, ma neanche di questa specie di evoluzione per adolescenti che sembra suonata da un gruppo di cosplayer che è questa roba, resta abbastanza indifferente (forse per questo scrive in terza persona) e preferisce altre forme di rock’n’roll più sanguigno e meno leccato.
(Flavio Ignelzi)

Submit a Comment