Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | August 4, 2020

Scroll to top

Top

No Comments

Chunk! No, Captain Chunk ‘Get Lost, Find Yourself’

Chunk! No, Captain Chunk ‘Get Lost, Find Yourself’
Salad Days

Review Overview

6
6
6

Rating

CHUNK! NO,CAPTAIN CHUNK!
‘Get Lost, Find Yourself’-CD/LP/DIGITAL
(Fearless/Rude)
6/10


Ricordo ancora quando vidi, circa cinque o sei anni fa, Chunk! No, Captain Chunk! suonare al Circolone di Legnano di supporto ai compianti Notimefor; alla fine della serata i commenti positivi verso il quintetto francese si sprecavano, c’era chi li paragonava ai pezzi da novanta del genere, come A Day To Remember e Four Year Strong, e chi già intravedeva che, prima o poi, avrebbero fatto il salto. Anche se ancora un po’ acerbi, le qualità le lasciavano si intravedere. Le qualità le ha viste il “colosso” Fearless, che li ha fortemente voluti nel 2011, ristampando prima il loro album di debutto ‘Something For Nothing’, buttando fuori nel 2013 il secondo ‘Pardon My French’ e dando alle stampe poco più di un mese fa il nuovo ‘Get Lost, Find Yourself’. A parte qualche membro perso per strada durante il percorso, poco è cambiato dall’album di debutto. Abbandonata definitivamente la componente elettronica, che si sentiva a sprazzi in ‘Something For Nothing’, i C!NCC! rimangono, ahimè, la copia carbone europea di ADTR e FYS, per l’appunto. Tutto è perfettamente al suo posto, parti mosh, screamo, cantato pulito catchy che più catchy non si può; la lezione l’hanno sicuramente imparata bene. Forse ci si aspettava qualcosa di diverso, magari un pizzico di originalità in più; perché anche quando provano la carta della ballatona acusticona, il risultato non è dei migliori. ‘If It Means A Lot To You’ è li a fare da ispirazione, e li rimarrà. Sufficienza comunque risicata, perché nel suo genere il disco non suona comunque male, piacerà sicuramente ai fans delle band di cui sopra (l’entrata al #113 della Top 200 di Billboard ne è la prova, c’è chi non ci è mai entrato in tutta la sua carriera) ma, per tutti gli altri, rimarrà un disco che ascoltato una volta, a fatica gli verrà concessa una seconda possibilità.
(Francesco Zavattari)

PromoImage-2

Submit a Comment