Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | October 25, 2020

Scroll to top

Top

No Comments

Church Of Disgust ‘Veneration Of Filth’

Church Of Disgust ‘Veneration Of Filth’
Salad Days

Review Overview

8
8
8

Rating

CHURCH OF DISGUST
‘Veneration Of Filth’-LP/TAPE/CD
(Memento Mori/Headsplit/No Posers Please!)
8/10


I texani Church Of Disgust caldeggiano il loro invito per far si che possiate entrare nella loro chiesa. Qui non troverete canti di festa, ne bambini sorridenti, ne tantomeno strette di mano e pacche sulle spalle. No. Qui troverete semplicemente il puro terrore, sotto forma di dieci canzoni devastanti. Figli degeneri dell’old school death metal di gruppi come Autopsy, Impetigo, Rottrevore, il nostro quartetto vi farà a pezzi, vi cucinerà, vi mangerà per poi vomitare i vostri resti decomposti in una latrina. Atmosfere pesantissime e malsane, un riffing che assomiglia al rumore di una motosega mentre smembra innocenti fanciulle, una voce growl figlia del death primissimi anni ’90 ed una sezione ritmica dall’incedere terrificante. Questi sono i delicati e legiadri ingredienti che vanno a comporre una miscela che vi farà esplodere le budella. A tutto ciò aggiungo pure che i nostri rallentano in maniera quasi doom in certi passaggi, aggiungendo quel pathos che è la ciliegina su questa torta di frattaglie umane. Il tutto suonato con la precisione e perizia di un serial killer, che paziente ed inesorabile, sceglie con cura la propria vittima per poi spellarla viva e immergerla nel sale per il supplizio finale. Mentre il nostro raggiunge l’apice dell’orgasmo. Il tutto accompagnato da una copertina che induce visivamente lo schifo e la sporcizia che la loro proposta sonora produrrà in voi. Quindi, bando alle ciance, ed immergetevi in questa pentola ricolma di tutto ciò che di più disgustoso ci sia oggi.
(Marco Pasini)

Submit a Comment