Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | September 29, 2022

Scroll to top

Top

No Comments

Code Orange ‘I Am King’

Code Orange ‘I Am King’
Salad Days

Review Overview

9
9
9

Rating

CODE ORANGE
‘I Am King’-LP/CD
(Deathwish Records)
9/10


Che grandissimi bastardi figli di puttana che sono i Code Orange. Prima accorciano il nome togliendo il “Kids” finale, poi se ne escono con quest’album che è una mazzata dall’inizio alla fine. Un suono distorto e potentissimo, un incubo lugubre e nero che attanaglierà le vostre menti ottenebrando qualsiasi pensiero. E’ un miscuglio di hardcore, punk, metal, arte, morte, sofferenza e perdizione. Francamente ne sono estasiato. Mi sembra di sentire i Converge dei primissimi tempi, gli anni’90 per intenderci, quando erano una macchina maciullatrice e senza remore, alla ricerca disperata del proprio suono forma (che poi avrebbero raggiunto anni dopo). La voce è un urlo continuo, inframmezzato da growl infernali che vi porteranno dritti a toccare con mano la pazzia più pura. I riff sono pesanti e potenti, parti velocissime si alternano ad altre lente ed inesorabili nel loro distruggervi i padiglioni auricolari. La sezione ritmica è paragonabile al peggior girone dell’ inferno di Dante, non vi lascerà scampo. L’atmofera che pervade questi pezzi è paragonabile solo all’essere in una stanza totalmente buia mentre qualcuno vi si avvicina, vi sfiora e poi sparisce. Per poi ricominciare 10 lunghi minuti dopo. L’angoscia prodotta da questi pezzi è palpabile, cosiccome la violenza cieca e furiosa che sprigionano. Gruppi come i Code Orange descrivono perfettamente i tempi bui nei quali stiamo vivendo, commentando il lento ed inesorabile avvicinarsi dell’umanità verso un baratro profondo e nero. Decisamente uno dei dischi dell’anno ed un altro centro perfetto da parte di Deathwish Records.
(Marco Pasini)

Submit a Comment