Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | November 30, 2022

Scroll to top

Top

No Comments

Counterparts ‘Nothing Left To Love’

Counterparts ‘Nothing Left To Love’
Salad Days

Review Overview

8
8
8

Rating

COUNTERPARTS
‘Nothing Left To Love’-LP
(Pure Noise)
8/10


I Counterparts sono una band metal-core proveniente dal Canada con una forte attitudine melodica. Questa caratteristica ha notevolmente ampliato il raggio d’utenza a tal punto che in questo genere, diciamo, sono proprio diventati dei paladini. Questo loro ultimo lavoro dal titolo ‘Nothing Left To Love’, il sesto per la precisione, alza ancora di più il tiro e, pur preannunciando delle atmosfere più cupe come richiama il suggestivo art work di copertina, il lavoro elargisce una dose massiccia di trovate melodiche che, in modo ficcante, si insinuano nei vortici metal e nelle spirali hardcore che la band canadese tesse nelle dieci tracce che propongono senza mai annoiare e, anzi, regalando ai fan del genere, probabilmente, uno dei migliori lavori degli ultimi anni. Difatti, sia nella parte testi (dove la scrittura punteggia già come in passato riflessioni anche morali sulla vita e l’oscurità o le tendenze autodistruttive o di autoflagellazione), sia nelle trame stilistiche dei brani (imbottite di chitarre compresse e da una “controparte” armonica clamorosa sempre presente che ne imprime ormai un target fisso) i Counterparts si destreggiano come mai in passato. Brani come ‘Wings Of Nightmare’, ‘Separate Wounds’ e ‘Imprints’ sono anthem al primo ascolto! A coronare ‘Nothing Left To Love’, una registrazione che esalta la voce sempre graffiante di Brendan Murphy e la sezione ritmica che impressiona, per precisione, il tutto non snaturando il proprio DNA che li ha forgiati. Impressionante.
(Giuseppe Picciotto)

Submit a Comment