Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | November 25, 2017

Scroll to top

Top

No Comments

Cradle Of Filth ‘Cryptoriana – The Seductiveness Of Decay’

Cradle Of Filth ‘Cryptoriana – The Seductiveness Of Decay’
Salad Days

Review Overview

6
6
6

Rating

CRADLE OF FILTH
‘Cryptoriana – The Seductiveness Of Decay’-CD
(Nuclear Blast)
6/10


Il pipistrellino Dani Filth e la sua fiera compagnia di blackster non si è mai fatta pregare nel pubblicare del nuovo materiale e anche questo ‘Cryptoriana – The Seductiveness Of Decay’ a due anni dal precedente ‘Hammer Of The Witches’ e senza sostanziali cambi di line-up. ‘Cryptoriana – The Seductiveness Of Decay’ gioca nell’immaginario con gli anni Vittoriani, terreno fertile per molte “correnti” artistiche (pensate al mondo steampunk ad esempio) e che in questo caso vengono usati come sfondo per le atmosfere tra il carnale e l’intrigante (la morbosa ‘Achingly Beautiful’) che sfociano in brani metal (tra il death e la NWOBHM portato all’estremo) come ‘Heartbreak And Séance’ e la ruvida e arrembante ‘Wester Vespertine’. Le chitarre affilate, sporche e ruvide il giusto, e un drumming potente rappresentano le fondamenta per la prova sempre sopra le righe, anche se piuttosto matura e più calibrata, del buon Dani. Piuttosto inutile anche se piacevole ‘Vengeful Spirit’ con il ritorno come guest di Liv Kristine dopo l’esperimento della vecchia ‘Nymphetamine’. Nulla di nuovo sotto il sole ma un solido comeback per i nostri (ex) blackster britannici che farà felici i tanti tifosi della band.
(Davide Perletti)

Submit a Comment