Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | November 14, 2018

Scroll to top

Top

No Comments

Cripple Bastards ‘La Fine Cresce Dentro’

Cripple Bastards ‘La Fine Cresce Dentro’
Salad Days

Review Overview

10
10
10

Rating

CRIPPLE BASTARDS
‘La Fine Cresce Dentro’-LP
(Relapse)
10/10


‘La Fine Cresce Dentro’ rappresenta un duplice traguardo: è il settimo album della band formatasi ad Asti e festeggia e fa spegnere 30 candeline alla creatura di Giulio The Bastard. Il risultato è assolutamente ineccepibile. Il grind core punk dei nostri è una garanzia assoluta di brutalità, condita dalla voce di The Bastard, che nel corso degli anni si è evoluta e diversificata. La cosa che mi ha più colpito è il riffing, il migliore vomitato fuori dai Cripple Bastards da sempre. Risulta cristallino ma allo stesso tempo granitico. Il lavoro del nuovo batterista è perfetto, anche se rimpiango sempre un pò il tocco più old school di Al Mazzotti, magari meno tecnico ma più “umano”. Per il resto tutto ciò che vi aspettate dai Cripple c’è: violenza, nichilismo e sense of humor. Quello che è stato aggiunto è un pizzico di melodia malata, che non fa altro che dimostrare ancora una volta la bontà della proposta musicale dei nostri. Registrato in maniera ineccepibile, corredato da una grafica curatissima, non c’è altro da dire. Ah, nel pezzo ‘Dove Entra Il Coltello’, c’è un guest da brivido…
(Marco Pasini)

Submit a Comment