Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | May 21, 2019

Scroll to top

Top

No Comments

Cry Excess ‘The Deceit’

Cry Excess ‘The Deceit’
Salad Days

Review Overview

7.5
7.5
7.5

Rating

CRY EXCESS
‘The Deceit’-CD
(This Is Core Music)
7/10


Tra le diverse produzioni This Is Core che mensilmente vengono pubblicate, quella dei Cry Excess è sicuramente tra le migliori di questo 2013. Passare diverso tempo in tour fuori dall’Italia aiuta a trovare una propria identità e questo è sicuramente il loro caso visto che stiamo parlando di una band attiva da soli due anni ma con molta carne al fuoco. ‘The Deceit’ è figlio dei giorni nostri, un disco che non ha paura di mostrare l’evoluzione della scena alternative in tutte le sue forme, sonora e lirica. Un prodotto che strizza forse troppo l’occhio alla parola commerciale ma che fondamentalmente non ha alcuna lacuna al suo interno: i brani sono carichi e pompati allo stato massimo, una sorta di live album concepito con grande attenzione insomma. Chitarre distorte e una sezione ritmica dirompente sono frutto di mesi di lavoro, dove metal e synth danno risultati apprezzabili. Citare gente come Papa Roach e Deathstars in sede di ispirazione è sicuramente cosa giusta ma non deve intaccare le qualità della proposta messa in piedi da questa band, ben calibrata nel fornire una performance a tutto tondo a chi ascolta. Il suono è ottimamente calibrato regalandoci brani a tratti dirompenti se pensati in sede live (per l’appunto) e l’aggressione vocale è sicuramente quell’elemento capace di spezzare i ritmi di un sound che alla lunga potrebbe quasi sembrare di plastica vista la totale mancanza di errori/fasi calanti. Davvero una bella sorpresa, ora per capire veramente se stiamo parlando di una band con doti al di sopra della media o di una meteora costruita in studio non rimane altro che averli sopra a un palco.
(Arturo Lopez)

Submit a Comment