Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | October 24, 2020

Scroll to top

Top

No Comments

Cryptae ’S/t’

Cryptae ’S/t’
Salad Days

Review Overview

6.5
6.5
6.5

Rating

CRYPTAE
’S/t’-CD
(Sentient Ruin)
6.5/10


L’aria che si respira è rarefatta. Un basso a metà tra Big Black e Swans apre il primo pezzo ‘Glubroneous’. Così si presentano i Cryptae: un duo tedesco che da alla luce il suo primo demo. La traccia d’apertura, come già detto, inizia con un sound che sembra ricordare il basso metallico degli Swans, continua poi però con un cantato alla Morbid Angel. Il demo continua con la traccia ‘Ventrum’: una sorta di escalation industrial, che richiama alla memoria i Godflesh così come gli Immolation. Una cosa diventa subito chiara, i Cryptae creano un suono che ha un’identità: ecco un’esempio dove la violenza non è fine a se stessa e si mischia alla sperimentazione. Il sound della terza e della quarta traccia sembra un vero e proprio tributo alla modalità ossessiva con cui gli Swans creano il rituale sonoro, unito agli stilemi del death metal. Perfetti in un album che ti disorienta tanto quanto ti accompagna all’interno del cuore pulsante della loro perversione sonora, ibrida e delirante.
(Valentina Vagnoni)

Submit a Comment