Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | December 3, 2021

Scroll to top

Top

No Comments

Death On/Off ‘Criminal Exhibition’

Death On/Off ‘Criminal Exhibition’
Salad Days

Review Overview

9
9
9

Rating

DEATH ON/OFF
‘Criminal Exhibition’-CD
(End Of Silence)
9/10


La discografia dei ferraresi Death On/Off coincide con il ritorno in pista della label del mio caro amico Torci (già mente dei Muculords e metallaro di prima) End Of Silence, che dopo un periodo di pausa ha riacceso i motori con tanto di distro molto fornita. Questi pezzi sono ciò che la band ha partorito tra il 2012 e il 2015, quindi non troverete lo split 7” con i Grumo, che vi consiglio caldamente di recuperare. Detto ciò, i nostri suonano un nichilista e violentissimo grindcore, in maniera metodica e molto precisa. L’intreccio di voci tra S. F. Cunt e F. Alan Cunt rende il tutto ancora più massiccio e brutale. I brani sono scaglie di dolore che vi si conficcheranno negli occhi, mentre spasmi muscolari vi avvolgeranno in un bozzolo di malessere. Ivi racchiusi troviamo l’lp ‘Disharmonic Mass Destruction’, il 7” ‘Reality Is Obscene’, lo split con i grandiosi Dysmorfic ‘Some Minds Are Rotten’, lo split con gli altrettanto grandiosi Mannaia (dove Torci suona la chitarra), le bonus track disponibili solo nella versione su cd del suddetto split con, il pezzo contenuto nella compliation ‘Italia Violenta 2.0′ e dulcis in fundo un set registrato a Pordenone al Rock Town nell’aprile 2016. Quest’ultimo vi darà un’assaggio della devastazione che i nostri cinque sanno creare on stage. Tengo a precisare che molto del materiale contenuto in questo supporto ottico proviene da release esaurite e che con ogni probabilità non verranno più ristampate. Indi per cui, se cercare del sano grind con testi contro tutto e tutti (ed una buona dose di ironia), non perdete questo treno.
(Marco Pasini)

Submit a Comment