Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | February 17, 2020

Scroll to top

Top

No Comments

Demons & Wizards ‘III’

Demons & Wizards ‘III’
Salad Days

Review Overview

6
6
6

Rating

DEMONS & WIZARDS
‘III’
(Century Media)
6/10


Dopo un break che dura dal 2005 (anno di pubblicazione dell’ultimo lavoro, ovvero ‘Touched By The Krimson King’) tornano i Demons & Wizards, del duo Schaffer e Kursh. Per chi non lo sapesse, il primo è chitarrista/tastierista degli Iced Earth, mentre il secondo è il singer dei Blind Guardian. Un’amicizia trentennale sull’asse Tampa-Krefeld. Personalmente i loro gruppi “madre” li ritengo abbastanza soporiferi (a parte le primissime cose dei Blind Guardian, quando suonavano speed metal) e non li ho seguiti mai molto, soprattutto gli Iced Earth (li vidi ad un edizione del Gods Of Metal in quel di Bologna, e mi dormii sonoramente tutto il loro set). Capisco però che hanno migliaia di seguaci in giro per il mondo. Il genere dei nostri è un classico power metal ultra melodico, quasi pop a tratti. Dimenticatevi la doppia cassa ad elicottero degli Helloween dei tempi d’oro. Qui è un tripudio di intrecci vocali, strati di riff caldi e suadenti, tastiere eteree ed epiche. I brani tirati (se così si può scrivere) sono davvero pochi, ma ne spicca uno a mio avviso, ovvero ‘Split’, posto come penultima traccia. Un roccioso riff di chitarra che sgroppa senza freni, coadiuvato da un coro di voci angeliche, con un Kursh potente e ispirato. Assoli fluidi e incrociati fanno il resto, mentre svariati cambi di tempo completano il pezzo migliore del lotto, a mio avviso. Per il resto ottima prestazione dei musicisti che accompagnano il duo in questa terza prova, registrazione e packaging impeccabili. Un disco che a me basta aver ascoltato un paio di volte, apprezzandone l’intrinseca qualità, ma che difficilmente trova spazio fra i miei ascolti abituali. Per i fan, oserei dire da acquistare obbligatoriamente…
(Marco Pasini)

Submit a Comment