Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | November 25, 2020

Scroll to top

Top

No Comments

Derozer ‘Passaggio A Nordest’

Derozer ‘Passaggio A Nordest’
Salad Days

Review Overview

8.5
8.5
8.5

Rating

DEROZER
‘Passaggio A Nordest’-CD
(IndieBox Music)
8.5/10


Devo ammettere che mentre mi appresto a scrivere queste righe mi sento emozionato e allo stesso tempo carico di responsabilità, si perché recensisco dischi tutte le settimane da quasi venti anni, ma oggi mi trovo a giudicare la band italiana probabilmente più importante della mia generazione, la band che ha cambiato la mia vita e quella dei miei amici, i Derozer. Tredici lunghi anni sono passati da quando usciva ‘Di Nuovo In Marcia’ tredici anni durante i quali i Derozer sono prima spariti per poi riformarsi, per poi sparire di nuovo e ritornare ancora ma questa volta senza il carisma dello storico bassista Mendez andato via lasciando un vuoto immenso, ma a quanto pare non incolmabile. Si perché se ascolti i Derozer devi aver imparato la loro lezione che è quella che devi andare avanti per la tua strada nonostante tutto e tutti senza fermarti mai. Concetto ribadito sul disco nel pezzo ‘Cammninerò Da Solo’. Per fortuna i Derozer non si sono fermati e finalmente mi trovo tra le mani questo disco la cui uscita si vocifera da almeno cinque anni, era infatti il 2012 quando usciva ‘Zombie’ per una compilation di IndieBox, canzone stupenda e tra l’altro riarrangiata in maniera esemplare e presente in questo ultimo disco. ‘Passaggio A Nordest’ è un disco cupo, ma non pessimista, travolgente nel sound e nelle melodie. Non ci sono passaggi a vuoto i infatti Derozer azzeccano dieci pezzi su dieci ed ora che ci penso bene pure in passato ne hanno sbagliati pochi. Menzione particolare per il brano ‘Vecchio Punk’ canzone nella quale si rivedranno molti vecchi fan della band, è un proseguo naturale del vecchio brano ‘Alla Nostra Età’ però questa volta rivolto agli ascoltatori. In pratica parla delle difficoltà dell’appartenere ad una sottocultura come quella punk con l’avanzare degli anni, deriso e snobbato da tutti. Il mio giudizio per ‘Passaggio A Nordest’ è quindi molto positivo, è al 100% quello che mi aspettavo e quello che volevo da un disco dei Derozer. E’ stato come rivedere un vecchio amico che non sentivo da anni e che avevo il timore di aver perso, insomma proprio una gran bella sensazione. Bentornati Derozer.
Andrea “Canthc” Cantelli

Submit a Comment