Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | February 26, 2021

Scroll to top

Top

No Comments

DJ Premier @ Teatro Franco Parenti, Milano – recap

DJ Premier @ Teatro Franco Parenti, Milano – recap
Salad Days

Con tutti i nuovi generi musicali che circolano, era inevitabile che fosse necessario fare un ripasso delle radici, della true skool e chi c’e’ più autentico di DJ Premier a cui affidarsi per una tale missione?

Malgrado non mi sia stata concessa l’intervista che avevo richiesto con la quale avrei voluto sentire il suo parere su scomparsa progressiva del vinile, nuovi talenti e vecchi ricordi, Salad Days Magazine squad era nella casa. Io ero tra il pubblico e sul palco il cercatore di scoop Pagio scattava lo scattabile. In una compagine strutturata con tanto di breakdance showcase, Mecna che non ho sentito e un gruppo chiamato Shabazz Palaces che ho visto per 4 secondi e poi sono andato, ero pronto a sentire il set della vita. Parliamoci chiaro: io ero nel posto per Premier e non me ne fregava del resto. Giusto il tempo per entrare nel mood di capire chi stavamo per vedere ed il DJ set inizia. All’ “I go by the name of DJ Premier” volevo morire. Li. In quel posto e in quel momento. Poi ci ho riflettuto e non mi sembrava il caso e allora sono andato avanti a impazzire pezzo dopo pezzo. Inizia con un capolavoro del capo assoluto dell’hip hop quale ‘It’s Been A Long Time’ di Rakim, poi dopo avere eseguito dei cut con la maestria di cui solo lui è capace parte ‘Good As Gone’ dei Dilated People. La sala concerti del Teatro Franco Parenti è imballata di fans che lo amano, che vogliono sentire i suoi pezzi e lui glieli dà tutti. ‘Nas Is Like’ fa uscir di testa la gente che ne vuole sempre di più. Avete presente il campione principale di ‘Ten Crack Commandments’? Sentire dei cut di Preemo su quel suono non ha prezzo, ma sul serio. Tra celebrazioni di coloro che non ci sono più ma che hanno reso l’hip hop inossidabile quali Biggie, Big L e ovviamente Guru, il DJ set prosegue ed è veramente incredibile pensare a quanti brani ci ha regalato il grandmaster di Brooklyn che alterna degli interventi della console a urla ruvide nel microfono che infiammano la folla. Grazie DJ Premier, c’era veramente bisogno di tutto ciò.

01

02

03

04

05

06

(Txt by Max Mameli; Pics by Luca Pagetti x Salad Days Mag – All Rights Reserved)

http://www.djpremierblog.com/

Live From HeadQCourterz (01/02/2015) by Dj Premier Blog Radio on Mixcloud

Submit a Comment