Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | August 7, 2020

Scroll to top

Top

No Comments

Feared ‘Vinter’

Feared ‘Vinter’
Salad Days

Review Overview

7.5
7.5
7.5

Rating

FEARED
‘Vinter’-CD
(Self)
7.5/10


Si sa che i Feared hanno già pubblicato un album nel 2013, ‘Furor Incarnatus’, eppure eccoli di nuovo sulla scena non con una raccolta natalizia fine a se stessa nonché eventuale ottimo regalo per amici satanisti, bensì con un nuovo album autoprodotto. Già di per sé tutto ciò è degno di nota, lo è ancor di più se il prodotto non è superficiale. ‘Vinter’ parte dunque già nell’ammirazione per la passione e la vena creativa che i Feared mettono nel proprio lavoro oltre ogni regola commerciale, ma solo per il gusto di fare del buon death metal e provocare headbanging in chi li ascolta. Quarto album di questa band che conta nomi importanti, a partire da quello di Ola Englund, chitarrista dei Six Feet Under e The Haunted, Kevin Talley dei Battlecross, ex Black Dahlia Murder e Dying Fetus, il bassista ex Clawfinger Jocke Skog ed il cantante dei Demonoid Mario Ramos. ‘Vinter’ suona fin da subito molto bene in quanto a qualità dei suoni; la cura delle atmosfere emerge positivamente e l’orecchiabilità colpisce nel segno fino all’ultima delle undici tracce. Gli inserti in stile groove­metal, qualche sporadica parte melodica ed il variare delle ritmiche contribuiscono alla riuscita di un album tosto che non ha la pretesa
di ricercare l’estremo, ma che emerge in quanto a potenza e fascino.
(Francesco Banci)

Submit a Comment