Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | April 15, 2021

Scroll to top

Top

No Comments

Flayed Disciple ‘S/T’

Flayed Disciple ‘S/T’
Salad Days

Review Overview

7
7
7

Rating

FLAYED DISCIPLE
‘S/T’-2”
(Bethlam Records)
7/10


Terza uscita per questi inglesi che si autoproducono addirittura un 12” in vinile sotto la loro etichetta personale Bethlam Records. 3 pezzi per saggiare la rinnovata formazione, visto che e’ la prima registrazione col nuovo batterista (entrato nel 2013). Death thrash old school filtrato con la tecnologia degli anni 2000 che non vi farà stare fermi un secondo con la capoccia. Immaginate un mix tra Suffocation e Severe Torture. Tecnica sopraffina, cambi di tempo e un suono assassino sono gli ingredienti di questi pezzi. Tecnicamente siamo su livelli medio alti, visto che i nostri predilogono sì una formula sonora già sentita, ma ci mettono rabbia e cattiveria in abbondanza. Nel death/thrash questo tipo di attitudine è fondamentale, se vuoi emergere un minimo. Dal punto di vista prettamente tecnico il lavoro delle chitarre è un macigno di inaudita potenza. I riff sono potentissimi e non lasciano scampo alcuno ai padiglioni auricolari dell’ascoltatore. La batteria è una mitragliatrice pronta a falciare via qualsiasi cosa gli si pari davanti, capace di tempi velocissimi, un uso smodato della doppia cassa ma anche di sapere pestare duro nei momenti più mosh. Decisamente il nuovo batterista Rich Lewis sà il fatto suo. Il basso, come in moltissime produzioni death/thrash, non è certo lo strumento principale, ma svolge molto bene il lavoro di sostegno dell’impalcatura ritmica. La voce è assolutamente perfetta, un growl massiccio e quadrato. Da segnalare che i nostri si imbarcheranno in Maggio in un tour inglese con i thrasher californiani Bonded By Blood (sotto Earache Records) e che in concomitanza verrà messo online anche il nuovo video del terzo pezzo presente su questo vinile dal titolo ‘The Gates Of Bedlam’. Se vi piace il death thrash senza fronzoli ne eccessive sovraproduzioni, bhè, date un ascolto a questi ragazzi. Non credo ne rimarrete delusi.
(Marco Pasini)

PromoImage-1

PromoImage-2

Submit a Comment