Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | August 11, 2020

Scroll to top

Top

No Comments

Fractal Generator ‘Apotheosynthesis’

Fractal Generator ‘Apotheosynthesis’
Salad Days

Review Overview

7
7
7

Rating

FRACTAL GENERATOR
‘Apotheosynthesis’-CD
(Everlasting Spew)
7/10


Siamo di fronte al primo disco di una band che, irrobustita dalle proprie potenzialità, si precipita con grande ardore all’interno della scena death metal canadese, una delle più tecniche e longeve del pianeta. I Fractal Generator non fanno eccezione (o almeno mi piace pensare così), e avendo cementato la capacità di concentrarsi al massimo producono un’apocalisse sonora pilotata da cambi di tempo subitanei, perciò liberatori. ‘Apotheosynthesis’ è un debutto piuttosto buono, messo in commercio a distanza di nove anni dal demo ‘The Cannibalism Of Objects’. Non avendo mai ascoltato i cinque brani usciti nel 2008, oggi non posso impiantare un raffronto tra passato e presente per stabilire affinità o differenze con altri gruppi americani o europei. Infatti, questo servirebbe a poco. Emergono comunque dei punti in comune con alcune entità attive sul loro territorio (soprattutto i Cryptopsy del tentacolare Flo Mounier); ecco il motivo per cui non sono rimasto particolarmente scioccato guardando le rovine causate dal passaggio di ‘Apotheosynthesis’. Il nome dei Fractal Generator probabilmente non risuonerà in eterno, ma a conti fatti, meritano la vostra attenzione/considerazione.
(Christian Montagna)

Submit a Comment