Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | August 19, 2019

Scroll to top

Top

No Comments

Grenouer ‘Blood On The Face’

Grenouer ‘Blood On The Face’
Salad Days

Review Overview

7
7
7

Rating

GRENOUER
‘Blood On The Face’-CD
(Mausoleum Records)
7/10


In giro dagli anni ’90 i Grenouer hanno vissuto sulla propria pelle il susseguirsi di ogni sorta di trend, dal nu-metal al metalcore senza però perdere mai di vista la propria strada. Una band cresciuta con il sound alternative nel sangue, che col passare degli anni ha cercato di apportare al proprio sound qualcosa di innovativo ma che, proprio per questo, è stata spesso incompresa da media e pubblico. Oggi, con sei dischi alle spalle, il gruppo di San Pietroburgo ha deciso di tornare alle origini, ossia proponendo ciò che sa fare meglio: del sano modern-rock. Dimenticatevi quindi breakdown o basi industrial, i Grenouer di ‘Blood On The Face’ sono ciò che forse sarebbero dovuti essere da sempre viste le qualità espresse. Un disco dove è la melodia a farla da padrone, dove chitarre distorte e sezione ritmica creano i giusti scenari per un cantante che sa come prendersi l’attenzione dell’ascoltatore attraverso un’ottima performance e testi molto interessanti. Rabbia e determinazione hanno poi dato linfa a questi musicisti, abili autori perfettamente a loro agio in queste ritrovate vesti. Se non si ha mai avuto a che fare con i Grenouer questo potrebbe essere il disco ideale per iniziare a seguirli, un disco equilibrato e dall’indice qualitativo medio-alto.
(Arturo Lopez)

Submit a Comment