Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | October 20, 2021

Scroll to top

Top

No Comments

Halcyon Hope ‘Onward To Fracture Town’

Halcyon Hope ‘Onward To Fracture Town’
Salad Days

Review Overview

6.5
6.5
6.5

Rating

HALCYON HOPE
‘Onward To Fracture Town’-CD
(Prime Collective)
6.5/10


Diversamente da ciò che si potrebbe pensare, anche in Danimarca, piccola nazione del più alto nord Europa, esiste del buon punk rock. Direttamente da Odense, non chiedeteci dove possa trovarsi questa città, arrivano gli Halcyon Hope, pronti per la pubblicazione del loro nuovo album ‘Onward To Fracture Town’! La band esiste circa dal 2013, e, da quello che si legge nella loro bio, giunge a creazione venendo fuori dalle diverse esperienze in ambito pop-punk e post-hardcore vissute dai quattro componenti, proprio in Danimarca. Nel 2014 la compagine danese aveva rilasciato un Ep di debutto intitolato ‘Northern Light’, concetto del tutto azzeccato data la loro posizione logistica di provenienza. Un sound moderno quello che viene fuori dalla composizione dei loro brani, completamente avvolti del più classico pop punk, quello che i Blink182 ci hanno voluto insegnare tempo fa e che oggi parecchie band in giro per il mondo suonano ognuna a suo modo, vibrando in modo similare, soprattutto sulle tonalità vocali. Succede lo stesso nel nuovo lavoro della band, ‘Onward To Fracture Town’, dove proprio la voce crea singolarità brano dopo brano senza però emergere nel modo più originale possibile. Qualcosa di già sentito c’è, a volte potrebbero ricordare i Saves The Day, a volte i Brand New come i Taking Back Sunday, poi però, arrivano brani come ‘A1′, undicesimo in ordine numerico nel disco, dove saltano fuori dei soli di chitarra davvero tamarri, super rock, che non guastano però, anzi… ‘Fawn’ brano numero sette, è stato il singolo scelto per la promozione, di cui si sta occupando anche l’etichetta che pubblicherà l’album e cioè la Prime Collective, altra realtà danese da tenere sotto controllo. Mixato e masterizzato in quel di New York da Alan Douches del West Music Side, lo stesso che ha prodotto i Brand New, come i Mastodon e gli A Day To Remember, non uno a caso.
(Turi Messineo)

PromoImage

Submit a Comment