Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | September 20, 2020

Scroll to top

Top

No Comments

The Wonder Years ‘No Closer to Heaven’

The Wonder Years ‘No Closer to Heaven’
Salad Days

Review Overview

8
8
8

Rating

THE WONDER YEARS
‘No Closer To Heaven’-CD/LP/DIGITAL
(Hopeless/Rude)
8/10


The Wonder Years sono considerati dai più i #1 dell’attuale scena pop-punk mondiale, era quindi molto alta l’attesa per la nuova fatica, ‘No Closer To Heaven’, che arriva a poco più di due anni di distanza dall’ ultimo, acclamatissimo, ‘The Greatest Generation’, album che ha consacrato il sestetto di Philadelphia al rango di cui sopra. Senza troppi giri di parole, ‘No Closer To Heaven’ è il miglior disco che Aaron West e soci hanno buttato fuori da quel lontano 2005 in cui hanno deciso di dare vita al progetto The Wonder Years. Le basi di partenza lasciate dal predecessore erano ottime, e su quelle la band ha iniziato a costruire quello che sarà il suo futuro. Finito di ascoltare il disco, concorderete con me che il termine pop-punk oggi inizia a stare strettino alla band di Philly. L’album della maturità? Assolutamente si. Ottimo songwriting (il disco è un concept album scritto e basato sulla perdita della persona amata) e sempre molto bella la voce di Aaron, anche se qui eravamo già abituati bene. ‘Cardinals’, ‘The Bluest Things On Earth ‘, ‘I Wanted So Badly To Be Brave’ e ‘I Don’t Like Who I Was Then’, a mio avviso, gli episodi migliori del disco. ‘No Closer To Heaven’ non deluderà i fan della prima ora e, grazie al passaparola e a recensioni positive che il disco sta prendendo un po’ ovunque, farà guadagnare alla band nuovi e molti seguaci.
(Francesco Zavattari)

oPk_spCdMNWsV2R-1XNuXArYJopVhGNdytJUxHu4jJ3zVMcfbQEmiPdFfV-gXm2L4reO-PlY0d0GeMztdbSu63zN-c_Or7ArLyoHMVPS4-rAnbmy7xuao3pcL19I5eUxtEuaqdq1SQ5B-GEX6F3cNDA7SfGihBl4vilj8DtBPWyZTAMIVnC1satMUnLxckr8drhTNICSWdiRznXUCDughMhO

Submit a Comment