Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | September 30, 2022

Scroll to top

Top

No Comments

Herida Profunda ‘S/T’

Herida Profunda ‘S/T’
Salad Days

Review Overview

5.5
5.5
5.5

Rating

Herida Profunda
‘S/T’-LP/CD/TAPE/Digital
(Landsberg Hardcore Crew)
5.5/10

Herida Profunda/Hellbastard
‘S/T’-12” Picture Disc
(Here & Now Records)
6.5/10

Herida Profunda sono un gruppo che si divide tra Polonia ed Inghilterra. Suonano un crust core un pochino metallizzato senza infamia e senza lode. Sembra quasi di ascoltare le produzioni di metà anni’90 di gruppi come Extreme Noise Terror, cioè iper vitaminizzate e senza la ben che minima traccia di quello sporco che invece aveva contraddistinto (ed elevato) le loro produzioni negli anni’80. I pezzi si susseguono senza particolari sussulti, tra una cavalcata e un rallentamento per dare un po’ di varietà al tutto. La voce è un latrato informe, che è praticamente uguale in tutti i pezzi. Questi ultimi sono costruiti in maniera semplice ma sono davvero troppo ripetitivi. Il problema di questo disco (oltre al cantato in polacco, che io boccio in partenza) è l’eccessiva piattezza e ripetitività. Non c’è un riff che si faccia ricordare, quindi ben presto stufa. Nello split con quei vecchi volponi degli Hellbastard invece le cose si sono evolute (l’lp di cui sopra è del 2013). Il suono si è fatto più corposo, con sconfinamenti nel grind e una dose maggiore di metal. La voce è maggiormente definita e finalmente si produce in un urlo belluino. Il lato Hellbastard è maggiormente thrash metal, anche se un po’ blando (sono davvero lontani del platter sotto Earache Records ‘Natural Order’, che ho sempre apprezzato). Anche se un pezzo come ‘Going Postal’ si lascia apprezzare. In definitiva due release non trascendentali, dove il mio giudizio positivo pende maggiormente per lo split.
(Marco Pasini)

12033065_883039668433492_1867967664429226064_n

Submit a Comment