Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | January 23, 2019

Scroll to top

Top

No Comments

Hobos ‘Nell’Era Dell’Apparenza’

Hobos ‘Nell’Era Dell’Apparenza’
Salad Days

Review Overview

6.5
6.5
6.5

Rating

HOBOS
‘Nell’Era Dell’Apparenza’-LP
(Spikerot/Assurd)
6.5/10


E’ un disco molto atteso questo dei veneti Hobos. Molto atteso almeno per ciò che riguarda la scena che loro stessi frequentano, ovvero quella del Venezia Hardcore e affini. Casca anche in un momento particolare. Infatti gli Slander, forse il gruppo più rappresentativo proveniente da quelle lande, si prende una pausa dopo 4 anni di ferro e di fuoco in giro per i palchi. Certo, gli Hobos suonano totalmente differenti rispetto agli Slander, ma il ceppo di origine è quello. Il sound è un connubio tra hardcore, metal e rock and roll, e dopo aver licenziato una serie di 7″, giungono al primo vero full lenght. Personalmente non sono mai stato un loro grande fan. Quello che suonano mi risulta un pò indigesto (troppa vena rock and roll alla Zeke per intenderci – ma che se fossero su Relapse saremmo tutti qui a incensarli come salvatori del genere, ndA), ma sono conscio che quello che fanno lo sanno fare molto bene. I suoni sono potenti e ben calibrati, la voce è catramosa e belligerante mentre la sezione ritmica è incalzante. Su tutto domina un’attitudine stradaiola e da birra attorno al fuoco in una discarica. Il riffing è tagliente, con quel retrogusto Entombed dell’era ‘Wolverine Blues’ (anche se meno pesante), mentre quando accelerano ci ricordano che in fin dei conti provengono dall’hardcore. Non so se i nostri potranno prendere il posto lasciato vacante dai cugini Slander (e credo che in fin dei conti non gli interessi neppure molto), ma se vi piacciono le scapocciate selvagge, fate vostro questo disco…
(Marco Pasini)

riga0458

Submit a Comment