Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | October 26, 2020

Scroll to top

Top

One Comment

Honour Crest ‘Spilled Ink’

Honour Crest ‘Spilled Ink’
Salad Days

Review Overview

7
7
7

Rating

HONOUR CREST
‘Spilled Ink’–LP
(Rise Records)
7/10


L’anno scorso gli Honour Crest, band metalcore di Virginia Beach, VA, erano usciti con un buon ‘Metrics’, mentre quest’anno hanno da poco pubblicato via Rise Records questo ‘Spilled Ink’ che è una mezza conferma e una mezza novità per quel che riguarda il loro stile: mezza conferma perché seppur il metalcore non abbia molto da dire in questo periodo, gli Honour Crest riescono a renderlo abbastanza coinvolgente, mentre mezza novità è per il fatto di aver aggiunto delle parti elettroniche grazie alla seconda voce/chitarrista Chad (ottimo lavoro!), che aggiungono parecchio spessore ai pezzi. Pezzi che a loro volta risultano però meno accessibili e meno catchy rispetto al precedente ‘Metrics’, in definitiva meno immediati. Si ha quindi bisogno di un lavoro di ascolto maggiore per riconoscere il pezzo in sé, facendo sembrare un’unica traccia sulla quale vengono applicate variazioni di minuto in minuto, ma non è di certo un difetto, anzi, la capacità riesce a dimostrarsi anche nel semplice miscuglio di ingredienti e cambiamenti di ricetta, come possiamo sentire in ‘Glaciers’, o in ‘Bridges’ e ‘Mountains’ (che è forse la più easy e melodica), che a conti fatti, rendono ‘Spilled Ink’ lacunoso soltanto per immediatezza, mentre per il resto ci siamo.
(Fabrizio De Guidi, @fabriziodeguidi)

Comments

Submit a Comment