Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | January 27, 2021

Scroll to top

Top

No Comments

Hordak ‘Padre’

Hordak ‘Padre’
Salad Days

Review Overview

6.5
6.5
6.5

Rating

HORDAK
‘Padre’-CD
(Casus Belli Music)
6.5/10


Già dalla copertina si intuisce chiaramente cosa questo quintetto iberico (alla quarta uscita) ci propone: pagan heavy metal con influenze celtiche. In tutta sincerità il genere non mi ha mai attratto più di tanto, visto che ho sempre preferito la spiaggia al posto di rievocazioni medievali che solitamente si svolgono in primavera e in estate in posti di collina o di montagna nei weekend. Dieci pezzi epici e trionfalistici, in cui l’heavy metal si fonde con l’uso di flauti, violini e dello xylofono, in un crescendo battagliero e militaresco. I pezzi sono costruiti e suonati in maniera perfetta, ricchi di pathos, momenti pesanti ed altri bucolici. Descrivono la durezza e l’asprezza della battaglia, contrapposta al riposo dei guerrieri quasi fossero degli affreschi. Su tutto aleggia lo spirito del combattente, volto all’onore e al sacrificio (in alcuni casi anche finale), teso a raggiungere la vittoria totale su un nemico spietato e usurpatore. L’uso della voce mi ricorda quella di certi gruppi black metal, sporca e incattivita. Le trame chitarristiche sono ricche di tocchi barocchi, si intersecano e si rincorrono per poi distendersi in un bagno di melodia zuccherosa. La sezione ritmica è galoppante e svolge un ruolo fondamentale nel cesellare un suono ricco di mille gradazioni. L’uso di flauti, violini e dello xylofono contribuisce ad arricchire ulteriormente la trama musicale del gruppo, conferendo maggior spessore alle parti più salienti di questo cd. Come se non bastasse, l’uso di due voci melodiche contribuisce a creare un’atmosfera eterea e davvero coinvolgente. Tutto al servizio della glorificazione della guerra, non vista come atto di bassa macelleria, ma come atto di cavalleria e di onorabilità, in cui signori della guerra nelle loro scintillanti armature e montanti cavalli dalle lucide criniere si sfidano per l’onore e la gloria eterna. Se vi sentite affascinati da un’epoca tanto bella quanto crudele, fate vostro questo cd.
(Marco Pasini)

-w0-cYzVawhcRLj0X9pAriPfVSxwarTPd8R0x4QeCS500SQRm7dvpOL7pXu4aiOVV5RWVsdJ0djiqAsbZ1p5w-ijpTNgVgfkgSyQ6nzPQPXsxefqsnJCnHGAz9JZE9z5-zf93mFVCWGVIr92HZXaoTGibx9ddcjP81FsccA=s0-d-e1-ft

Submit a Comment