Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | August 3, 2020

Scroll to top

Top

No Comments

Inter Arma ‘The Cavern’

Inter Arma ‘The Cavern’
Salad Days

Review Overview

7.5
7.5
7.5

Rating

INTER ARMA
‘The Cavern’-EP
(Relapse)
7.5/10


Inevitabilmente il metal negli ultimi anni ha cambiato decisamente pelle, venendo in contatto con altre espressioni musicali che prima non lo toccavano. Etichette come Relapse e Southern Lord hanno giocato un ruolo decisivo in ciò, immettendo sul mercato decine e decine di gruppi dai suoni e artwork perfetti che si cimentano in una commistione di generi con tanta sana sperimentazione. E’ il caso di questi Inter Arma, che dopo il precedente ‘Sky Burial’ danno alle stampe questo Ep di 40 minuti in un’unica traccia. Il mondo in cui si muovono gli Inter Arma è molto variegato e sfaccettato: sludge, doom, metal, psichedelia e folk. Un vortice di suoni che, credetemi, vi coinvolgerà dall’inizio alla fine. L’atmosfera che si viene a creare è intensa e molto forte, frutto di un lavoro metodico e certosino nel creare suoni avvolgenti e conturbanti, in un crescendo di pathos ed emotività. Si passa da episodi duri, nei quali il riffing delle chitarre crea un muro di suono impentrabile ma allo stesso tempo fluido, a momenti in cui tutto si interrompe per lasciare spazio a suoni celestiali e quasi pop. Sono un gruppo difficile gli Inter Arma, non bastano un paio di ascolti per assaporarne la vera essenza. Ogni pezzo va smembrato e analizzato nel dettaglio per poter essere capito e gustato fino in fondo. Se avrete la pazienza e lo spirito giusto per farlo, vi accorgerete di quamto maestosa ed epica sia questa proposta musicale.
(Marco Pasini)

PromoImage-3

PromoImage-2

Submit a Comment