Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | November 26, 2022

Scroll to top

Top

No Comments

Japandroids ‘Massey Fucking Hall’

Japandroids ‘Massey Fucking Hall’
Salad Days

Review Overview

8
8
8

Rating

JAPANDROIDS
‘Massey Fucking Hall’-2xLp
(ANTI-)
8/10


Posso mettere i Japandroids in quello strano elenco di “gruppi preferiti di cui so pochissimo”: tanto li apprezzo, tanto poco ho letto di loro. So però che nel 2012 intitolando un pezzo ‘The Nights Of Wine And Roses’ riconoscevano l’importanza dei Dream Syndicate nella loro musica. So che le prime note di ‘Near To The Wild Heart Of Life’, che apre sia il loro ultimo disco che questo nuovissimo live, mi ricordano molto gli Hüsker Dü. So che scrivono cose come “Remember saying things like, -We’ll sleep when we’re dead- and thinking this feeling was never gonna end” (da ‘Younger Us’) che paiono perfette per la generazione over 30. So anche che hanno registrato rigorosamente 8 pezzi per ciascuno dei loro 3 dischi, che diventano eccezionalmente 13 per questo concerto alla Massey Hall di Toronto che da quanto capisco è un notevole punto d’arrivo per capienza e reputazione per il duo di Vancouver (niente bassista per i Japandroids!). Non mi rendo conto se un doppio disco dal vivo sia il modo migliore per avvicinarsi a loro ma di certo funziona come un bel greatest hits che prende da tutta la loro storia, patrocinata agli inizi da Polyvinyl e poi da Anti-, label parallela di Epitaph. Qualche pezzo viene dilatato nella resa live ma tutti mantengono le proprie caratteristiche migliori, come ‘Arc Of Bar’ e il suo fantastico incidere o ‘The House That Heaven Built’ e la sua epica coralità. Con i Cloud Nothings, gruppo di apertura proprio della serata immortalata in ‘Massey Fucking Hall’, i Japandroids sono tra le migliori band a navigare in quel territorio di confine tra punk rock e indie rock e questa è un’ora che passa in un attimo.
(Marco Capelli)

0

Submit a Comment