Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | December 15, 2019

Scroll to top

Top

No Comments

Joel Grind ‘The Yellowgoat Sessions’

Joel Grind ‘The Yellowgoat Sessions’
Salad Days

Review Overview

5,5
5.5
5.5

Rating

JOEL GRIND
‘The Yellowgoat Sessions’-CD
(Hammerheart Records)

5,5

Progetto solista per Joel Grind, il cantante dei Toxic Holocaust e degno portabandiera del movimento heavy anni 70/80 nel mondo. ‘The Yellowgoat Sessions’ è una sorta di tributo agli artisti che fondamentalmente lo hanno introdotto in questi territori sonori “oscuri” fin dalla giovane età, ecco quindi forti richiami a Bathory e Motorhead, senza però disdegnare le strutture sonore legate alla sua band principale. Il risultato è un disco fatto su misura per ogni nostalgico, produzione scarna, riff grezzi e un’aggressione vocale che dal primo all’ultimo istante si impossessa dell’ ascoltatore. Un lavoro che ben si sposa anche con la label che lo ha licenziato – Hammerheart Records – da sempre incline a questo tipo di proposte diciamo così, “retrò”. Tutto sommato risulta però difficile dare un giudizio esaustivo a questo prodotto, se da una parte risulta infatti ben suonato e valido dall’ altra bisogna prendere atto di essere di fronte a un disco di cover in tutto e per tutto. Come dice Joel stesso “‘The Yellowgoat Sessions’ è un lavoro vecchia scuola che nulla ha da spartire con ciò che viene comunemente definito metal oggigiorno”, beh come dargli torto aggiungeremmo noi.
(Arturo Lopez)

Submit a Comment