Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | January 19, 2022

Scroll to top

Top

No Comments

Keep The Promise ‘Ghosts Of Revenge’

Keep The Promise ‘Ghosts Of Revenge’
Salad Days

Review Overview

8
8
8

Rating

KEEP THE PROMISE
‘Ghosts Of Revenge’
(Bleeding Nose)
8/10


A quattro anni dal disco d’esordio ‘A Peaceful Mission Of War’ tornano con la loro inconfondibile dose di rabbia i Keep The Promise, nucleo hardcore capitanato dal frontman dei Browbeat M.V.. Rispetto ad allora c’è subito da annoverare una novità interessante, ossia l’esser passati dall’italiana To React Records alla tedesca Bleeding Nose, segno che l’hardcore fisico dei Nostri è riuscito a incuriosire persino quella che è a tutti gli effetti la madre patria del genere in Europa (e forse non solo). ‘Ghosts Of Revenge’ potremmo definirlo un disco più focalizzato sull’obiettivo finale, più studiato, più maturo. La loro idea di hardcore music segue con scrupolosa dedizione quanto fatto dagli Hatebreed negli anni, ossia attraverso un sound fortemente metallizzato dove breakdown e aggressione vocale sono all’ordine del giorno, dove di tanto in tanto il lato “in your face” della NYHC viene allo scoperto attraverso i vari ospiti presenti nel disco. Piace l’attitudine, piace il loro voler mostrare i muscoli sempre e comunque e piace soprattutto la chiara presa di posizione presa dalla band in ogni testo del disco, dove si vanno a trattare senza mezzi termini le problematiche maggiori venute allo scoperto di recente (vedi il singolo ‘Please Kill Yourself Now’ con il tema del femminicidio al centro dell’attenzione). ‘Ghosts Of Revenge’ ci presenta una band in forma smagliante, capace di trasformare emozioni forti in musica d’assalto, cosa non da poco. Se siete soliti masticare hardcore, date una chance a questo lavoro, la merita tutta.
(Arturo Lopez)

Submit a Comment