Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | January 25, 2022

Scroll to top

Top

No Comments

KING WOMAN ‘CELESTIAL BLUES’

KING WOMAN ‘CELESTIAL BLUES’
Salad Days

Review Overview

7.5
7.5
7.5

Rating

KING WOMAN
‘Celestial Blues’-CD
(Relapse)
7.5/10


Progetto molto interessante quello creato dall’artista a tutto tondo Kris Esfandiari che, sotto il moniker King Woman, propone un secondo disco molto interessante. Se il debutto del 2017 ‘Created In The Image Of Suffering’, sempre sotto l’egida di Relapse Records, aveva fatto gridare al miracolo tutti gli amanti del doom e generi affini, questo secondo lavoro conferma la freschezza compositiva di una artista che riesce nell’arco di nove brani a infiammare i cuori di chi ama crogiolarsi nelle atmosfere apocalittiche tinte di “dark”, doom, black shoegaze e affini. Citare Deafheaven, certi Neurosis e gli Amenra potrebbe suonare anche fuorviante, visto che soprattutto in questo secondo lavoro le atmosfere si tingono con colori nuovi (autunnali ovviamente!), con un tono sommesso e lamentoso che riporta a volte alla mente le litanie vocali di Chino Moreno (più in quota Palms e il loro post metal piuttosto che Deftones), in particolare proprio in ‘Celestial Blues’ e ‘Golgotha’. Altrove ritroviamo quelle atmosfere da fine del mondo imminente che ci regalano una incredibile e astiosa ‘Boghz’ dove intensità, crescendo e sonorità evocative ci restituiscono uno squarcio di disperazione non male. Gli amanti di Chelsea Wolfe con a cuore le sonorità più spunte ci andranno a nozze. Next big thing?
(Davide Perletti)

Submit a Comment