Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | March 20, 2019

Scroll to top

Top

One Comment

Left Behind ‘No Time For Regrets’

Left Behind ‘No Time For Regrets’
Salad Days

Review Overview

6.5
6.5
6.5

Rating

LEFT BEHIND
‘No Time For Regrets’-CD
(This Is Core Music)
6.5/10


Tempi duri quelli che la società sta attraversando e se a farcelo capire ci si mette pure un genere da sempre solare e festaiolo come l’hardcore melodico beh, siamo proprio alla frutta. ‘No Time For Regrets’ è un titolo che lascia poco spazio a interpretazioni di ogni sorta, il messaggio è uno, forte e chiaro. A divulgarlo ci hanno pensato i Left Behind (da non confondere con il gruppo omonimo statunitense), band attiva dal 2009 con una discografia monotematica in fatto di stile ma che ha mostrato produzione dopo produzione l’interessante crescita del progetto. In questo nuovo disco – il terzo – si percepiscono chiare e forti due correnti stilistiche: quella nordica a livello sonoro (vedi Satanic Surfers in primis) e quella statunitense in fatto di impatto e scenari emotivi. Se il sound rimane l’elemento portante del genere proposto, sono sicuramente testi e interpretazione vocale i punti interessanti di questo lavoro, nero dalla rabbia e abile divulgatore di messaggi che giungono diretti nelle teste di chi ha modo – e voglia – di ascoltare. Il cantato è forse l’elemento che più spiazza di ‘No Time For Regrets’, lontano anni luce dalle tonalità melodiche e a tratti gelido nella sua interpretazione. Qualcosa di insolito ma che fondamentalmente convince grazie a canzoni come ‘Fall And Stand Up Again’ e ‘No Question, No Answer’, le migliori dell’intero lotto. Un gradevole ritorno.
(Arturo Lopez)

Comments

Submit a Comment