Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | October 5, 2022

Scroll to top

Top

No Comments

Left Of The Dial ‘Idly By’

Left Of The Dial ‘Idly By’
Salad Days

Review Overview

7
7
7

Rating

LEFT OF THE DIAL
‘Idly By’-CD
(Panic Records)
7/10

Dopo aver modificato ufficialmente il loro nome in Left Of The Dial (fino a un momento prima si chiamavano Clockwork), anche per questo quartetto originario del Michigan arriva il sospirato debutto su Panic Records. Il quale debutto assembla due e.p. usciti in precedenza (uno risalente al 2012, l’altro a inizio 2013) per farne un otto tracce che ben rappresenta un certo modo di suonare punk-rock emotivo, datato nella forma, ma sempre trascinante; che – per intenderci – è la stessa modalità espositiva di quelle band come Texas Is The Reason o Jawbreaker che hanno segnato indelebilmente gli anni novanta combinando i tormenti dell’indie-rock con le urgenze del punk. I Left Of The Dial, dal canto loro, si muovono con sicurezza e competenza, compongono pezzi che raggiungono agevolmente i favori dell’ ascoltatore (‘Rusting On Your Laurels’, ‘Tangled Tongues’) e riescono a far passare in secondo piano il fatto che non aggiungono un’oncia di originalità alla formula stra-collaudata. Questo è il primo passo e promette bene. Però si deve trovare un modo per farsi riconoscere, per non apparire dei semplici cloni. Il prossimo lavoro potrebbe essere l’occasione giusta. Proveremo a sentire.
(Flavio Ignelzi)

Submit a Comment