Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | September 19, 2021

Scroll to top

Top

No Comments

Leo Jonas ‘My Name Is Leo Jonas’

Leo Jonas ‘My Name Is Leo Jonas’
Salad Days

Review Overview

5
5
5

Rating

LEO JONAS
‘My Name Is Leo Jonas’-EP
(Acuity.Music)
5/10


La cosa più complicata con un mini come questo ‘My Name Is Leo Jonas’, inutile e pleonastico fin dal titolo, è trovare qualcosa da dire sulle quattro canzoni contenute. Perché ce la si potrebbe cavare semplicemente con una descrizione sommaria e generica: pop-rock sentimentale e adolescenziale, accessibile e delicato, un po’ acustico e un po’ leccato, orientato alle classifiche di vendita. Canzoni in cui la melodia sfacciata e la voce melliflua dell’artista tedesco la fanno da padrone, scritte dallo stesso Jonas (tranne ‘Turning Tables’, rifacimento della fortunata song della cantante inglese Adele, quella della colonna sonora dell’ultimo 007, e anche questo è indicativo su quali sono i riferimenti del nostro). Leo Jonas, già vocalist dei Flyswatter, già chitarrista dei The New Recruits e già batterista dei Lifeline (giuro: non mi sto inventando niente!), si cimenta anonimamente con tutti gli strumenti, in brani che sono come se (sempre testualmente) “Simon & Garfunkel suonassero con i Coldplay una canzone scritta per loro da Bob Dylan”. Se lo dice lui.
(Flavio Ignelzi)

Submit a Comment