Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | October 1, 2020

Scroll to top

Top

No Comments

Lykantropi ‘Spirituosa’

Lykantropi ‘Spirituosa’
Salad Days

Review Overview

4
4
4

Rating

LYKANTROPI
‘Spirituosa’-CD
(Despotz)
4/10


Secondo disco degli svedesi Lykantropi. Il primo album omonimo esce nel 2017 e non dice niente di più e niente di meno di quest’ultimo. Sound anni settanta, suonato e registrato alla perfezione. Tipica produzione di pacca che contraddistingue gli svedesi. Lo swedish sound, ormai diventato un marchio a fuoco tra i più meritati, viene rincorso, questa volta, con fare sbilenco. ‘Spirituosa’ è un disco derivativo ma stucchevole. Il suono è senza tempo, mi spiego meglio: che tu faccia musica anni settanta nel 2020 non è oggetto di critica da parte di nessuno, il refrain retrò non è mai svanito. Sarebbe come dire che il rock’n’roll è morto. Non è accaduto e non accadrà fino a che ci saranno persone che suoneranno una chitarra. Così è la musica, si evolve, si ripete, trova nuove forme, stabilisce dei contatti con forme passate, potremmo dunque dire sia tutta derivativa, giusto? Allora cos’è che distingue una band rock’n’roll dall’altra? O in questo caso una band 70s dall’altra? Una sola cosa, l’attitudine. Per attitudine non intendo quanto tu sia bravo a portare i pantaloni a zampa sul palco ma a quanto amore, odio, rabbia, aggressività, malinconia, dedizione, sangue e saliva riesci a mettere dentro le tue canzoni così che smettano di apparire banalmente costruite. Tanto banalmente costruite da sembrare bravi scolaretti che rispettano i dettami di quella che è l’idea del 70s boy.
(Valentina Vagnoni)

Submit a Comment