Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | January 19, 2019

Scroll to top

Top

One Comment

Mad Caddies interview + biglietti omaggio!

Mad Caddies interview + biglietti omaggio!
Salad Days

Manca davvero pochissimo alla data milanese dei Mad Caddies, attesi il prossimo 17 Agosto per una unica data italiana al Circolo Magnolia di Segrate (Milano).

In collaborzione con Hub Factory abbiamo messo in palio un biglietto omaggio per il concerto, ma nel mentre siamo riusciti ad intercettare il chitarrista Sascha Lazor per un breve botta e risposta per prepararci al meglio a uno dei concerti più attesi per questo caldissimo mese di Agosto.

SD: La data milanese è ormai vicinissima, cosa possiamo aspettarci? Avete in serbo qualche sorpresa?
(Sascha Lazor): Siamo molto eccitati per la data di Milano. Sono passati molti anni dal l’ultima volta che abbiamo suonato dalle vostre parti. Il nostro set per questo tour sarà un mix di vecchi e nuovi brani. Sappiamo quali canzoni ottengono la migliore reazione in sede live e sono proprio le canzoni che ci piace maggiormente suonare. Nella setlist ci sarà quindi spazio per un po’ di tutto, pescheremo brani dal primo all’ultimo album.

SD: Ci giochiamo subito la domanda più attesa… puoi darci qualche news sul nuovo album?
(Sascha Lazor): Il nuovo album è in lavorazione! Abbiamo già registrato cinque canzoni e altri brani sono già completi e pronti per essere registrati. Sarà diverso dagli altri, come sempre. Punk / reggae / latino / pop. C’è un po’ di tutto.

SD: Avete sperimentato qualcosa di particolare per questo nuovo album: qualcosa di diverso e mai fatto prima? Modalità di approccio alla composizione? Sound?
(Sascha Lazor) Stiamo registrando le canzoni in modo da non avere limiti di tempo e libertà totale per sperimentare e provare idee diverse. Il tutto sta prendendo forma e sta venendo fuori davvero bene.

SD: Ripartendo dal vostro ultimo album ‘Dirty Rice’, ma in generale la vostra musica, è molto varia, da brani velocissimi a canzoni più lente: questa varietà di sound rispecchia anche i tuoi gusti musicali?
(Sascha Lazor): Ogni componente della band ha gusti molto diversi e penso che sia molto facile da percepire quando ascolti i nostri album. Siamo influenzati da tonnellate di musica e molto dei nostri ascolti influenza certamente le canzoni dei Mad Caddies.

SD: I Mad Caddies hanno superato la fatidica soglia dei 20 anni: c’è ancora qualcosa da depennare dalla vostra “lista dei desideri”?
(Sascha Lazor): Lista dei desideri? Solo suonare in nuovi posti, ad esempio non siamo ancora stati Argentina, Perù e Cile. Ci piace viaggiare in luoghi nuovi e il visitare nuovi paesi è la parte più gratificante di far parte della band, a mani basse!

SD: Qual è la tua opinione sul genere ska-punk/ska-core? Sembra che in questi anni la popolarità del genere sia andata su e giù, ci sono bands americane che ci vuoi segnalare?
(Sascha Lazor): Sai che non so davvero cosa risponderti, personalmente non ascolto più molto quella musica e quindi non posso davvero darti consigli su nuove band. The Interrupters è il primo nome che mi viene in mente, abbiamo suonato qualche data insieme. Potrei invece consigliarti qualche band reggae, ad esempio gli inglesi The Skints e Gentleman’s Dub Club, entrambe band incredibili. Dategli un ascolto!

SD: Grazie mille e ci vediamo a Milano, hai un ultimo messaggio per nostri lettori?
(Sascha Lazor): Cercate di divertivi ragazzi, sempre!

PER VINCERE IL BIGLIETTO OMAGGIO NON DOVETE FARE ALTRO CHE REPOSTARE LA LOCANDINA IN ALTO SULLA VOSTRA PAGINA INSTAGRAM TAGGANDOLA @saladdaysmagazine IN QUESTO MODO PARTECIPERETE ALL’ESTRAZIONE FINALE DI UN “FREE ENTRY PASS” PER LO SHOW DEI MAD CADDIES!

Comments

Submit a Comment