Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Salad Days Magazine | December 19, 2018

Scroll to top

Top

No Comments

Marilyn Manson @ Ippodromo di San Siro, Milano – recap

Marilyn Manson @ Ippodromo di San Siro, Milano – recap
Salad Days

Aprono lo show i ROS, dei quali avevamo già scritto pochi giorni fa, dopo averli visti aprire ai Bad Religion e riguardo ai quali possiamo confermare le cose dette:

un buono show frutto di lavoro in saletta, che può piacere sicuramente agli amanti di questo alternative rock in italiano. Un po’ acerbi per un palco così grande ma avranno modo di imparare a destreggiarsi meglio. Il momento dell’arrivo di Marilyn Manson sul palco è annunciato da pesanti fumate e luci rosse, che creano un effetto “inferno”. Un neofita come me, che di Manson ha sempre sentito parlare dai media come il portatore di Satana in terra, si aspettava teste di maiale sul pubblico, sangue umano e sacrifici ma in realtà le macchine del fumo son state la cosa più maligna vista sul palco. Non bellissimi i siparietti tra un pezzo e l’altro, dove scaglia ripetutamente il microfono a terra, sbraita con gli assistenti di palco, ci mette svariati minuti di silenzio prima di iniziare un nuovo pezzo. In realtà mi spiega gente più rodata che non è nulla di nuovo, che è solito fare anche peggio, infatti il pubblico continua a seguirlo senza mollare un colpo. Queste interruzioni trascinano molto lentamente lo spettacolo verso la fine, un vero peccato perché dal punto di vista scenico e musicale non ci sono rimproveri.

manson-1

manson-8

manson-3

manson-4

manson-5

manson-6

manson-7

(Txt Marco Mantegazza; Pics Arianna Carotta x Salad Days Mag – All Rights Reserved)

Submit a Comment